Seleziona una pagina

La sesta malattia o rosolia

• La rosolia è una malattia virale leggera più comunemente dei bambini piccoli.
• La rosolia è una comune infezione virale.
• Rosolia è anche definita sesta malattia, rosolia infantum e exanthema subitum.
• Un’improvvisa febbre alta che dura da tre a cinque giorni è una delle prime caratteristiche del rosolia. Lieve congestione nasale e feci molli possono accompagnare la febbre .
• Quando la febbre scompare, appare un’eruzione cutanea che può durare da uno a due giorni.
• L’ eruzione di sesta malattia non è contagiosa .
• Rosolia di solito si risolve senza alcun trattamento.

Cos’è la sesta malattia? La rosolia è contagiosa ?

• La rosolia è una malattia contagiosa lieve causata da uno dei due virus . Tipicamente, la rosolia ha un inizio improvviso e una durata relativamente breve.
• La rosolia è più comune nei bambini di età compresa tra 6 e 24 mesi, con un’età media di 9 mesi. Meno frequentemente, i bambini più grandi, gli adolescenti e (raramente) gli adulti possono essere infetti.

Quale virus causa la sesta malattia?

La rosolia è principalmente causata da un virus chiamato herpesvirus umano 6 (HHV-6) e meno frequentemente da herpesvirus umano 7 (HHV-7).
Quali sono i fattori di rischio per la rosolia?
Molti studi hanno dimostrato che la grande maggioranza delle persone infette dal virus HHV-6 o HHV-7 non presenta sintomi evidenti. Il loro sistema immunitario cancella il virus prima dello sviluppo di qualsiasi sintomo. Per quegli individui che sviluppano un’infezione evidente, la stragrande maggioranza non ha effetti collaterali. L’individuo raro con un sistema immunitario compromesso può essere a rischio per un decorso più complicato della malattia. Ciò includerebbe i neonati (da sei a otto settimane di vita), gli individui sottoposti a chemioterapia o quelli con malattia che influisce sul sistema immunitario (come l’ HIV – AIDS ).

Come si diffonde la sesta malattia? Qual è il periodo di incubazione della rosolia?

• Rosolia si diffonde da persona a persona, in genere mediante trasferimento di secrezioni orali.
• Il periodo di incubazione tra l’esposizione al virus e l’insorgenza dei sintomi è di 9-10 giorni.
• Gli esseri umani sono gli unici ospiti naturali per HHV-6 e HHV-7.
• A differenza di altre infezioni virali, la rosolia si presenta durante l’anno senza variazioni stagionali.
Quali sono i sintomi e i segni della rosolia ?
I segni e i sintomi dell’infezione HHV-6 (o HHV-7) variano a seconda dell’età del paziente.
• Neonati e bambini piccoli sviluppano di routine sintomi improvvisi con un inizio improvviso di febbre alta (103-104 gradi) che dura da tre a cinque giorni.
• Il bambino può anche sviluppare irritabilità, gonfiore delle ghiandole nella parte anteriore o posteriore del collo, naso che cola , palpebre gonfie e lieve diarrea .
• Entro 12-24 ore dalla rottura della febbre, compare rapidamente un’eruzione cutanea.
• I bambini più grandi che sviluppano un’infezione da HHV-6 (o HHV-7) hanno più probabilità di avere una malattia caratterizzata da diversi giorni di febbre alta e possibilmente un naso che cola e / o diarrea .
• I bambini più anziani meno comunemente sviluppano un’eruzione cutanea man mano che la febbre diminuisce.

Quali specialità dei medici trattano la rosolia?

Pediatri e medici di famiglia sono in grado di diagnosticare e gestire un bambino con rosolia. Specialisti (esperti di malattie infettive) sono raramente necessari per assistere nella cura di questa malattia generalmente benigna.

In che modo i professionisti sanitari diagnosticano la rosolia?

Il modello clinico caratteristico di comparsa improvvisa di febbre alta e lo sviluppo dell’eruzione tipica al momento della risoluzione della febbre generalmente consente una diagnosi rapida senza studi di laboratorio. Per presentazioni insolite, pazienti con complicanze o con stati di deficienza immunitaria, diverse forme di analisi del sangue possono aiutare a stabilire la diagnosi.

Quanto può andare la febbre con la rosolia?

La febbre può essere piuttosto alta. La febbre è in media di 103,5 F (39,7 C), ma può salire fino a 106 F (41,2 C).
Quali sono i rimedi casalinghi per la rosolia?
Dal momento che i pazienti con la rosaola hanno una febbre moderata, i farmaci per abbassare la febbre (antipiretici) sono utili per ridurre la febbre e ridurre il disagio associato (come il mal di testa ). Tali farmaci comprendono acetaminofene e / o ibuprofene . Un bagno fresco (temperatura dell’acqua approssimativa di 85 gradi) può anche essere terapeutico. Nessuna terapia è necessaria per quanto riguarda l’eruzione del rosolia poiché non causa sintomi, è di breve durata e si risolve spontaneamente.

Qual è il trattamento per la febbre del rosolia?

Se la febbre non sta causando disagio al bambino, la febbre non deve essere trattata. Non è necessario risvegliare il bambino per curare la febbre a meno che non sia stato istruito a farlo da un operatore sanitario.
Se qualcuno vuole trattare la febbre, può essere usato acetaminofene ( Tylenol e altri). L’intervallo di dosaggio è ogni quattro ore. L’ibuprofene ( Advil , Motrin e altri) può essere usato al posto del paracetamolo ogni sei ore. Entrambe le famiglie di farmaci sono ugualmente efficaci nell’abbassare la febbre di un bambino. Non vi è alcun beneficio medico che alterna il paracetamolo con l’ibuprofene. L’aspirina non dovrebbe mai essere utilizzata per la febbre nei bambini o negli adolescenti.
Un bambino con la febbre dovrebbe essere tenuto a proprio agio e non essere vestito eccessivamente. L’overdressing può far aumentare la temperatura. Fare il bagno con acqua tiepida (85 F o 29,5 C) può aiutare a far scendere la febbre da 1 a 1,5 gradi. Se un bambino sviluppa brividi durante il bagno, la temperatura dell’acqua del bagno deve essere aumentata. Non spugnare mai un bambino (o un adulto) con alcol; i fumi di alcol possono essere inalati, causando molti problemi.

Cosa si dovrebbe fare se il suo bambino con rosolia ha un attacco?

La cosa più difficile da fare è mantenere la calma aiutando il bambino a terra e allentando gli indumenti intorno al collo. Rimuovere eventuali oggetti taglienti che potrebbero causare lesioni e girare il bambino su un lato in modo che la saliva possa fuoriuscire dalla bocca. Mettere un cuscino o un cappotto piegato sotto la testa per un cuscino va bene, ma non mettere nulla nella bocca del bambino. La cosa migliore è solo aspettare. La maggior parte delle convulsioni febbrili(associate a rosolia o altri virus) dura meno di cinque minuti. Non lasciare il bambino incustodito mentre chiama i paramedici dello studio medico. I bambini sono spesso sonnolenti e dormono dopo un attacco . È normale Dopo il sequestro, contattare l’operatore sanitario del bambino per determinare se il bambino deve essere immediatamente esaminato.

La febbre può causare un attacco?

Sì. L’improvviso e rapido innalzamento della temperatura può innescare un attacco (una convulsione ). Le convulsioni febbrili (convulsioni dovute alla febbre) sono comuni (3%) nei bambini tra i 18 mesi ei 3 anni di età. Si verificano nel 5% -35% dei bambini con rosolia.

Un attacco dovuto a febbre è pericoloso?

Il sequestro può sembrare molto terrificante, ma di solito è abbastanza innocuo (benigno). Le convulsioni febbrili non sono associate a effetti collaterali a lungo termine sul sistema nervoso oa danni cerebrali . I farmaci anticonvulsivanti sono molto raramente prescritti per il trattamento o la prevenzione delle convulsioni febbrili.

C’è un’eruzione cutanea con rosolia?

Sì, ma non all’inizio. Quando la febbre scompare, appare un’eruzione. L’eruzione è localizzata principalmente sul collo e sul tronco (l’addome, il tronco e la schiena), ma può anche essere sulle braccia e sulle gambe (estremità).
L’eruzione cutanea può apparire come piccoli punti ( papule ) o puntiformi (maculari) distinti (“a becco d’oca”) separati . La pelle è spesso di colore leggermente rosso e si blocca temporaneamente con la pressione. L’eruzione cutanea non prude o è dolorosa. Non è contagioso. L’eruzione dura da uno a due giorni e non ritorna.

Qual è la caratteristica più notevole di rosolia?

Ciò che colpisce di più è che il bambino sembra così bene nonostante abbia la febbre alta.

Quanto dura la rosolia?

La febbre del rosolia dura da tre a cinque giorni, seguita da un’eruzione cutanea durata circa uno o due giorni che si risolve senza trattamento. L’immunità all’HHV-6 sembra essere permanente.

Ci sono delle complicanze della rosolia?

Le complicanze sono rare con il rosolia tranne che nei bambini con sistema immunitario soppresso. Gli individui con un sistema immunitario sano generalmente sviluppano l’immunità permanente a HHV-6 (o HHV-7).

Un bambino con rosolia dovrebbe vedere un dottore?

Sì, una valutazione da parte di un operatore sanitario è una buona idea. Un bambino con la febbre e un’eruzione cutanea non dovrebbe tornare all’asilo nido fino a quando non viene valutato clinicamente.

Quando può tornare il bambino all’assistenza all’infanzia?

Un bambino con solo l’eruzione di rosolia e senza febbre per 24 ore può di solito tornare all’asilo.

Esiste un vaccino per la rosolia?

In questo momento, non esiste un vaccino per la rosolia. A causa della sua natura generalmente benigna e del raro tasso di complicazioni, molti ricercatori dubitano che l’alto costo finanziario per sviluppare un nuovo vaccino sarebbe utile.

È possibile prevenire il rosolia?

Il meccanismo principale per la trasmissione di HHV-6 o HHV-7 è attraverso le secrezioni di goccioline respiratorie da uomo a uomo. Pertanto, il lavaggio delle mani di base e l’evitamento di individui acutamente malati (come quelli con la febbre) è il modo migliore per evitare di contrarre la malattia. I centri diurni e le scuole dell’infanzia dovrebbero seguire i principi di routine dell’igiene e della decontaminazione di giocattoli e articoli condivisi dai loro figli.

Qual è la prognosi per un bambino con rosolia?

Ad eccezione dei pazienti immunocompromessi, la prognosi per un bambino con rosolia è eccellente e non dovrebbero verificarsi effetti collaterali a lungo termine.

Ci sono altri nomi per la rosolia?

A Rosolia ci si riferisce con un certo numero di altri nomi. Fu formalmente chiamato rosolia infantum o rosolia infantilis. Perché l’eruzione cutanea appare così repentinamente (subito dopo che la febbre si allontana drammaticamente), la malattia viene comunemente chiamata exanthem subitum.
Per distinguere il rosolia da altre malattie infantili con eritemi cutanei , una volta veniva soprannominato “sesta malattia” (perché era la sesta malattia che i bambini piccoli sviluppavano tipicamente, e durava circa sei giorni). Ma quel nome è stato ampiamente dimenticato.

Facebook Comments