Seleziona una pagina

Cos’è la scarlattina?

La scarlattina, nota anche come scarlattina, è un’infezione che può svilupparsi in persone con mal di gola. È caratterizzato da un arrossamento rosso brillante sul corpo, solitamente accompagnato da febbre alta e mal di gola. Gli stessi batteri che causano mal di gola causano anche la scarlattina.

La scarlattina colpisce principalmente bambini di età compresa tra 5 e 15 anni. Era una grave malattia infantile, ma oggi è spesso meno pericoloso. I trattamenti antibiotici utilizzati nella fase precoce della malattia hanno contribuito a velocizzare il recupero ea ridurre la gravità dei sintomi.

Eruzione cutanea di streptococco

L’ eruzione cutanea è il segno più comune di scarlattina negli adulti e nei bambini. Di solito inizia come una eruzione cutanea rossa e diventa fine e ruvida come la carta vetrata. L’eruzione color scarlatto è ciò che dà il nome alla scarlattina. L’eruzione cutanea può iniziare fino a due o tre giorni prima che una persona si ammali o fino a sette giorni dopo .

L’eritema in genere inizia sul collo, inguine e sotto le braccia. Si diffonde poi al resto del corpo. Le pieghe della pelle sotto le ascelle, i gomiti e le ginocchia possono anche diventare un rosso più profondo rispetto alla pelle circostante.

Dopo che l’eruzione si è placata, circa sette giorni, la pelle sulla punta delle dita delle mani e dei piedi e nell’inguine potrebbe staccarsi. Questo può durare per diverse settimane.

Altri sintomi di scarlattina

Altri sintomi comuni della scarlattina includono:

pieghe rosse sotto le ascelle, i gomiti e le ginocchia (le linee di Pastia)
viso arrossato
lingua di fragole , o una lingua bianca con punti rossi sulla superficie
rosso, mal di gola con macchie bianche o gialle
febbre superiore a 101 ° F (38.3 ° C)
brividi
mal di testa
tonsille gonfie
nausea e vomito
dolore addominale
ghiandole gonfie lungo il collo
pelle pallida intorno alle labbra

Causa della scarlattina

La scarlattina è causata da batteri dello Streptococco di gruppo A o Streptococcus pyogenes , che sono batteri che possono vivere nella bocca e nelle vie nasali. Gli esseri umani sono la fonte principale di questi batteri. Questi batteri possono produrre una tossina, o veleno, che causa il rossore rosso brillante sul corpo.

La scarlattina è contagiosa?
L’infezione può diffondersi da due a cinque giorni prima che una persona si ammali e possa diffondersi attraverso il contatto con goccioline di saliva, secrezioni nasali, starnuti o tosse di una persona infetta. Ciò significa che chiunque può contrarre la scarlattina se entra in contatto diretto con queste goccioline infette e quindi tocca la propria bocca, il naso o gli occhi.

Si può anche avere la scarlattina se si beve dallo stesso bicchiere o si mangia dagli stessi utensili di una persona con l’infezione. In alcuni casi, le infezioni da streptococco di gruppo A sono state diffuse attraverso alimenti contaminati .

Lo streptococco di gruppo A può causare un’infezione della pelle in alcune persone. Queste infezioni della pelle, note come cellulite , possono diffondere i batteri agli altri. Tuttavia, toccare l’eruzione della scarlattina non diffonderà i batteri poiché l’eruzione è un risultato della tossina, non del batterio stesso.

Fattori di rischio per la scarlattina

La scarlattina colpisce principalmente bambini di età compresa tra 5 e 15 anni. Prendi la scarlattina perché sei a stretto contatto con gli altri che sono infetti.

Complicazioni associate alla scarlattina

Nella maggior parte dei casi, l’eruzione cutanea e altri sintomi della scarlattina scompaiono tra circa 10 giorni e 2 settimane con trattamento antibiotico. Tuttavia, la scarlattina può causare gravi complicazioni. Questi possono includere:

febbre reumatica
malattia renale ( glomerulonefrite)
infezioni dell’orecchio
ascessi della gola
polmonite
artrite

Infezioni dell’orecchio, ascessi della gola e polmonite possono essere meglio evitati se la scarlattina viene trattata tempestivamente con gli antibiotici appropriati. È noto che altre complicanze sono il risultato della risposta immunitaria del corpo all’infezione piuttosto che dei batteri stessi.

Diagnosi della scarlattina

Il medico del bambino eseguirà prima un esame fisico per verificare la presenza di segni di scarlattina. Durante l’esame, il medico controllerà in particolare le condizioni della lingua, della gola e delle tonsille del bambino. Cercheranno anche linfonodi ingranditi ed esamineranno l’aspetto e la struttura dell’eruzione cutanea.

Se il medico sospetta che il bambino abbia la scarlattina, probabilmente preleverà un campione delle loro cellule per eseguire analisi sulla schiena della gola del bambino. Questo è chiamato un tampone faringeo e viene usato per creare una cultura della gola.

Il campione sarà quindi inviato ad un laboratorio per determinare se lo streptococco di gruppo A è presente. C’è anche un test rapido per il tampone faringeo che può essere eseguito in ufficio. Questo può aiutare a identificare un’infezione da streptococco del gruppo A mentre aspetti.

Trattamento per la scarlattina

La scarlattina viene trattata con antibiotici . Gli antibiotici uccidono i batteri e aiutano il sistema immunitario a combattere i batteri che causano l’infezione. Assicurati che tu o il tuo bambino completiate l’intero ciclo del farmaco prescritto. Questo aiuterà a prevenire l’infezione causando complicazioni o continuando ulteriormente.

Puoi anche dare alcuni farmaci da banco (OTC), come il paracetamolo (Tylenol), per la febbre e il dolore. Verificare con il proprio medico per vedere se il bambino è abbastanza vecchio da ricevere ibuprofene (Advil, Motrin). Gli adulti possono usare paracetamolo o ibuprofene.

L’aspirina non dovrebbe mai essere usata a qualsiasi età durante una malattia con febbre a causa dell’aumentato rischio di sviluppare la sindrome di Reye .

Il medico di tuo figlio potrebbe anche prescrivere altri farmaci per alleviare il dolore del mal di gola. Altri rimedi includono il consumo di ghiaccio, gelato o zuppa calda . Fare i gargarismi con acqua salata e usare un umidificatore per l’ aria fresca può anche ridurre la gravità e il dolore del mal di gola.

È anche importante che il bambino beva molta acqua per evitare la disidratazione .

Il bambino può tornare a scuola dopo aver preso gli antibiotici per almeno 24 ore e non ha più la febbre.

Non esiste attualmente alcun vaccino per la scarlattina o lo streptococco di gruppo A, sebbene molti potenziali vaccini siano in fase di sviluppo clinico.

Prevenire la scarlattina

Praticare una buona igiene è il modo migliore per prevenire la scarlattina. Ecco alcuni consigli di prevenzione da seguire e insegnare ai tuoi figli:

Lavarsi le mani prima dei pasti e dopo aver usato il bagno.
Lavati le mani ogni volta che tossisci o starnutisci.
Coprire bocca e naso quando si starnutisce o si tossisce.
Non condividere utensili e bicchieri con gli altri, specialmente in contesti di gruppo.

Gestire i sintomi

La scarlattina deve essere trattata con antibiotici. Tuttavia, ci sono cose che puoi fare per aiutare ad alleviare i sintomi e il disagio che vengono con la scarlattina. Ecco alcuni rimedi da provare:

Bevi tè caldi o zuppe a base di brodo per aiutare a lenire la gola.
Prova cibi morbidi o una dieta liquida se mangiare è doloroso.
Assumere acetaminofene OTC (Tylenol) o ibuprofene per alleviare il dolore alla gola.
Usa la crema anti-prurito o il farmaco OTC per alleviare il prurito.
Rimanere idratato con acqua per inumidire la gola ed evitare la disidratazione.
Succhia le losanghe della gola . Secondo la Mayo Clinic , i bambini di età superiore ai 4 anni possono tranquillamente utilizzare losanghe per alleviare il mal di gola.
Stai lontano da sostanze irritanti nell’aria, come l’inquinamento
Non fumare
Prova un gargarismo di acqua salata per il mal di gola.
Umidificare l’aria per fermare l’irritazione della gola dall’aria secca.

 

Facebook Comments