Seleziona una pagina

Cosa sono le palpitazioni?

Le palpazioni sono sensazioni di una persona che stanno avendo battiti del cuore duri, rapidi o irregolari o una combinazione di queste sensazioni.

Una breve descrizione della funzione del cuore che dovrebbe aiutare i lettori a capire meglio le palpitazioni . Il cuore è una pompa elettrica a due stadi la cui funzione è quella di far circolare il sangue verso gli organi e i tessuti del corpo. Il sistema elettrico del cuore consente al muscolo cardiaco di battere in modo coordinato per massimizzare la forza di pompaggio dei ventricoli, le camere inferiori del cuore e accertarsi che vi sia una quantità adeguata di sangue da pompare.

Le camere superiori del cuore, chiamate atri (singolo = atrio ), raccolgono il sangue dal corpo e dai polmoni e lo pompano nei ventricoli. Ci deve essere un breve ritardo per consentire ai ventricoli di riempirsi e quindi pompare il sangue indietro al corpo e ai polmoni per completare il ciclo. Il sistema elettrico del cuore permette che ciò accada, in modo che ogni camera del cuore batte (si contrae o si schiaccia) quando è previsto.

Il nodo seno-atriale (nodo SA) è una raccolta di cellule speciali incorporate nel muscolo cardiaco dell’atrio destro . Fungono da pacemaker per il cuore generando un impulso elettrico da 60 a 80 volte al minuto. Questo segnale viene trasmesso a tutte le cellule muscolari atriali in modo che possano sparare contemporaneamente e pompare il sangue dall’atrio al ventricolo, la prima metà di un battito cardiaco. Allo stesso tempo, un impulso elettrico viene inviato al nodo atrioventricolare ( nodo AV ), situato nella giunzione tra l’ atrio e il ventricolo. Il nodo AVagisce come una scatola di derivazione elettrica e ritarda il segnale elettrico per una frazione di secondo in modo che il ventricolo possa riempirsi di sangue dall’atrio. Invia quindi il segnale a tutte le cellule muscolari del ventricolo in modo che possano sparare insieme in modo coordinato e generare la seconda metà del battito cardiaco che pompa il sangue al corpo.

Ogni cellula del muscolo cardiaco ha il potenziale per generare un segnale elettrico che può diffondersi al di fuori delle normali vie di conduzione che possono o meno generare un battito cardiaco. Se il nodo SA non funziona, le altre celle nell’atrio tentano di generare un battito cardiaco. Se anche loro dovessero fallire, il nodo AV può agire da pacemaker, ma di solito genera un segnale a soli 40 battiti al minuto. Se anche il nodo AV dovesse fallire, il ventricolo stesso può generare il proprio segnale elettrico come backup finale, ma solo a circa 20 battiti al minuto.

Una palpitazione descrive la sensazione che si verifica quando un paziente avverte un’anomalia nel battito cardiaco normale. Anomalie nel sistema di conduzione elettrica possono far battere il cuore troppo velocemente, troppo lentamente o in modo irregolare. A volte una palpitazione può essere una variante normale ma può anche essere causata da un problema significativo che potrebbe essere in pericolo di vita. Una palpitazione può essere un battito cardiaco extra isolato o può descrivere una serie di battiti extra che corrono insieme per un periodo prolungato. A volte si può sentire un battito mancato o una pausa.

Sintomi di palpitazioni

Le palpitazioni sono le sensazioni spiacevoli di battito irregolare e / o forte del cuore nel petto. Questo sintomo può essere causato da un cambiamento nella frequenza o nel ritmo o da un aumento della forza della contrazione del muscolo cardiaco.

In alcuni pazienti con palpitazioni, non si possono rilevare malattie cardiache o anormali ritmi cardiaci.
In altri, le palpitazioni derivano da anormali ritmi cardiaci chiamati aritmie.
Le aritmie sono battiti del cuore troppo lenti, troppo rapidi, irregolari o troppo precoci.

Maggiori informazioni sui sintomi delle palpitazioni »

Quali sono i diversi tipi di palpitazioni?

Ci sono diversi tipi di palpitazioni a seconda di dove nel cuore viene generato il segnale elettrico e se quel segnale può generare un battito cardiaco. Molti battiti cardiaci extra sono varianti normali e la maggior parte dei pazienti non sa che il loro cuore ha avuto un battito extra o due; tuttavia, altri possono essere pericolosi causando complicanze a breve e lungo termine. Le palpitazioni che hanno origine nell’atrio tendono a non essere acutamente pericolose per la vita rispetto a quelle che hanno origine nel ventricolo.

Le palpitazioni sono spesso descritte in base alla loro posizione di origine (atrio, nodo AV o ventricolo), alla loro frequenza (isolata o raggruppata in serie di più battute), se i battiti sono regolari o irregolari e se sono persistenti o fermi da soli (auto-limitati). Tuttavia, alcune palpitazioni sono sintomi di un’aritmia . Alcuni ricercatori non includono alcune aritmie quando discutono le palpitazioni, ma altre le includono come possibili sintomi che i pazienti notano durante queste aritmie. Questo articolo includerà queste aritmie.

 

PAC e PVC

 

Una contrazione atriale prematura (PAC) si verifica quando il nodo SA genera un battito prima che il cuore sia già pronto e mentre viene generato un battito cardiaco, può sentire come se ci fosse un colpo o un flop nel petto. A causa della sua tempestività, un PAC viene spesso seguito da una leggera pausa mentre il nodo SA si ripristina. Un PAC è una variante normale e può o non può essere percepita da un paziente.

Una contrazione ventricolare prematura ( PVC ) è analogamente causata da un battito precoce del ventricolo, solitamente causato da un battito elettrico extra generato in una cellula muscolare situata nel ventricolo. Poiché è presto, il paziente può sentire un tonfo mentre il battito del cuore è leggermente fuori luogo nel suo ciclo normale. Come con i PAC, i PVC possono essere asintomatici e il paziente può non essere consapevole di ciò che sta accadendo. Né un PAC occasionale né un PVC influiscono sulla funzione cardiaca.

Tachicardia sopraventricolare

La tachicardia sopraventricolare (SVT) è un termine generale che descrive un battito cardiaco rapido che deriva da segnali elettrici generati sopra il ventricolo dall’interno dell’atrio. Può verificarsi a causa di forze esterne che agiscono sul cuore o a causa di un “cortocircuito” o di un cablaggio anomalo del sistema di conduzione elettrica.

SVT può essere una normale risposta fisiologica a uno stress sul corpo. Quando il corpo richiede più ossigeno, rilascia adrenalina, che fa battere il cuore più velocemente per aumentare la circolazione sanguigna. Ciò può verificarsi in risposta a esercizio fisico , malattia o infortunio.

L’SVT può anche verificarsi a causa di anomalie del sistema di conduzione elettrica all’interno dell’atrio e del nodo AV e può verificarsi senza un’apparente causa sottostante. Si parla di tachicardia parossistica sopraventricolare o PSVT . Questo ritmo può iniziare e fermarsi da solo, apparentemente senza motivo o avvertimento, e può durare solo pochi secondi o può richiedere un intervento di emergenza perché si fermi.

Ci possono essere errori di cablaggio innati del cuore che possono causare forme speciali di PSVT. La sindrome di Wolff-Parkinson-White (WPW) è un esempio e le palpitazioni possono verificarsi all’inizio della vita o non essere sperimentate fino a più tardi nell’età adulta.

SVT può essere causato da sostanze chimiche che sembrano simili all’adrenalina al cuore. Questi includono caffeina , farmaci da banco a freddo contenenti pseudoefedrina, alcol e altri farmaci stimolanti come anfetamina e cocaina . L’eccesso di ormoni tiroidei o anomalie elettrolitiche nel sangue può irritare gli atri e precipitare l’SVT.

Mentre l’ ansia può causare al paziente di sperimentare questo tipo di palpitazioni, l’operatore sanitario potrebbe voler prendere in considerazione altre potenziali cause prima di ascrivere questa diagnosi.

Fibrillazione atriale e flutter

In alcuni pazienti, le cellule muscolari atriali agiscono tutte come pacemaker, generando un impulso elettrico. Ciò causa il caos elettrico e gli atri non possono battere in modo coordinato. Invece di generare una contrazione atriale organizzata, l’atria invece si fibrilla, o si muove come una ciotola di gelatina. I numerosi segnali elettrici che vengono generati bombardano il nodo AV e cerca di rispondere ma trasmette solo alcune delle centinaia di segnali che riceve ogni minuto al ventricolo. Ciò porta al ventricolo che batte rapidamente e in modo irregolare, che viene definito fibrillazione atriale (A Fib).

Flutter atriale (AFL) descrive una situazione in cui vi è un cortocircuito elettrico nell’atrio e un ciclo di cellule genera un ritmo atriale regolare rapido di circa 300-400 cicli al minuto. Il nodo AV riceve questi molti segnali e cerca di proteggere il ventricolo dalla raffica e trasmette solo ogni secondo, terzo o quarto impulso. Spesso un paziente in flutter atriale avrà una frequenza atriale di 300 battiti al minuto ma una frequenza ventricolare di soli 150 battiti al minuto. Questo tasso è ancora abbastanza veloce da consentire al paziente di provare palpitazioni.

Anche se la fibrillazione atriale e il flutter atriale sono ritmi relativamente sicuri, ci possono essere delle complicazioni. Quando l’atrio si muove e non si contrasta, c’è un potenziale rischio di ristagno di sangue nelle fessure delle pareti atriali e forma piccoli trombi (trombi). Esiste il potenziale che un coagulo possa staccarsi e viaggiare (embolizzare) nelle piccole arterie del corpo, bloccando la circolazione e l’apporto di ossigeno. In questo modo, la fibrillazione atriale è uno dei fattori di rischio per l’ ictuse altri problemi vascolari. La fibrillazione atriale può anche influenzare l’efficienza del cuore. Senza il calcio fornito da un battito atriale coordinato, il flusso di sangue al ventricolo viene ridotto e la gittata cardiaca – la quantità di sangue circolata nel corpo ad ogni battito cardiaco – cade.

Tachicardia ventricolare e fibrillazione ventricolare

Al contrario dei rapidi ritmi atriali, è potenzialmente una situazione potenzialmente letale quando il ventricolo batte troppo velocemente. La tachicardia ventricolare (VT) si verifica quando l’impianto elettrico ventricolare inizia a sparare da solo senza input dal nodo SA o AV. A seconda della situazione, la tachicardia ventricolare può o meno battere in modo organizzato e generare un battito cardiaco.

La fibrillazione ventricolare (V Fib) non è compatibile con la vita poiché i segnali elettrici caotici non generano un battito cardiaco coordinato. Il ventricolo si muove e il sangue non viene pompato nel corpo. La fibrillazione ventricolare è il ritmo comunemente associato alla morte cardiaca improvvisa.

Sia tachicardia ventricolare e la fibrillazione ventricolare sono visti come complicanze della ischemica malattie cardiache , specialmente dopo un attacco di cuore , in cui il muscolo cardiaco ventricolare è irritato a causa della mancanza di afflusso di sangue.

Le palpitazioni descrivono un’irregolarità del battito cardiaco percepita dal paziente. Possono essere percepiti come un battito saltato isolato o possono essere frequenti e ricorrenti. Le palpitazioni possono anche essere rapide e regolari o irregolari. Ciò potrebbe portare al paziente a descrivere uno svolazzare nel petto.

I pazienti possono anche lamentarsi di pienezza al petto o alla gola. Ci possono essere anche mancanza di respiro , nausea e sudorazione . Se la frequenza cardiaca è molto veloce, la pressione sanguigna del paziente può cadere causando vertigini e la sensazione che potrebbero svenire o svenire. La sincope , dove il paziente effettivamente sviene o sviene, può verificarsi a seconda della causa delle palpitazioni.

Come vengono diagnosticate le palpitazioni?

Le palpitazioni possono essere difficili da diagnosticare, poiché spesso i sintomi sono intermittenti e potrebbero non essere presenti quando il paziente si presenta per cure.

Come con la maggior parte delle condizioni mediche, la chiave per fare la diagnosi risiede nella storia e nell’esame fisico. L’operatore sanitario può porre domande per comprendere la sensazione avvertita dal paziente:

Le palpitazioni sono un battito extra o saltato isolato o ci sono piste che possono durare per minuti o ore? Cosa li fa venire? Cosa li fa andare via?
Quali altri sintomi potrebbero essere presenti, tra cui mancanza di respiro, dolore al petto , sudorazione , nausea e vomito , vertigini e sincope?
La storia medica del passato è importante, compresa una storia di malattie cardiache o polmonari e farmaci prescritti.
Sarà utile sapere se altri farmaci o farmaci vengono utilizzati. Questi includono caffeina , farmaci da banco, farmaci a base di erbe, alcol e droghe illegali che possono influenzare il cuore (ad esempio, cocaina, anfetamine e altri).
L’esame obiettivo si concentra spesso sul cuore e sui polmoni, ma può anche concentrarsi su altri sistemi di organi, se appropriato.

Gli esami del sangue possono essere utili per cercare le condizioni mediche sottostanti che possono causare palpitazioni. Questi possono includere un emocromo completo ( CBC ) o un emiciclo alla ricerca di anemia ( basso numero di globuli rossi ), elettroliti , reni e funzionalità tiroidea.

Spesso il paziente non si presenta quando sono presenti le palpitazioni ma un elettrocardiogramma ( ECG ) può essere ancora utile nel cercare prove indirette sulla causa potenziale. Un cardiofrequenzimetro può essere utile perché alcuni pazienti non sono consapevoli di avere PAC o PVC e questo può aiutare a fare la diagnosi.

Può essere frustrante per il paziente fissare un appuntamento con il proprio medico o rivolgersi a un pronto soccorso che lamenta palpitazioni, solo per scoprire che si sono fermati prima che vengano valutati. A meno che non vi sia preoccupazione per una situazione potenzialmente letale, la maggior parte dei pazienti con palpitazioni viene valutata come ambulatoriale. Una varietà di cardiofrequenzimetri può essere indossata per giorni o mesi in un momento in cui è possibile registrare e persino informare l’operatore sanitario se viene rilevata un’anomalia significativa del ritmo cardiaco.

In determinate circostanze, il ritmo cardiaco potrebbe essere valutato mediante studi elettrofisiologici, in cui viene mappato il sistema elettrico del cuore. Il processo è simile a una cateterizzazione cardiaca, ma il catetere entra in una vena anziché in un’arteria. Il lungo catetere ed elettrodo è guidato nel cuore e utilizzato per valutare i percorsi elettrici all’interno del muscolo cardiaco. Oltre ad essere diagnostico, a volte i cortocircuiti possono essere trovati e trattati con l’ablazione o distruggendo il circuito anormale. La sindrome di Wolff-Parkinson-White viene spesso trattata in questo modo.

Qual è il trattamento per le palpitazioni?

È un’emergenza medica se le palpitazioni sono associate a dolore toracico (inclusi dolore alla mandibola, indigestione o affaticamento estremo), mancanza di respiro o sincope (svenimento). È importante attivare il sistema di risposta alle emergenze (chiamata 9-1-1) e richiedere immediatamente assistenza medica.

Le palpitazioni vengono trattate in base alla causa sottostante del ritmo cardiaco anormale e sono adattate alle esigenze del paziente specifico.

Molte cause di palpitazioni sono autolimitanti e i cambiamenti dello stile di vita possono contribuire a ridurne l’insorgenza. Questi includono il declassamento o l’evitare l’uso di caffeina, alcool e farmaci da banco a freddo. Inoltre, molti farmaci a base di erbe contengono stimolanti che possono influenzare il sistema di conduzione elettrica del cuore. La cessazione del fumo è sempre appropriata.

A seconda della causa sottostante delle palpitazioni, possono essere prescritti farmaci per controllare la frequenza cardiaca e il ritmo. Altri trattamenti possono comportare l’ablazione o tecniche chirurgiche per rimuovere la causa sottostante di alcune palpitazioni.

I pacemaker ed i defibrillatori possono essere indicati se le condizioni di pericolo di vita sono la causa delle palpitazioni.

Qual è la prognosi per le palpitazioni?

Molte palpitazioni sono solo temporanee e sono causate da situazioni che possono essere risolte da modifiche dello stile di vita. Ad esempio, le contrazioni atriali premature e le contrazioni ventricolari premature sono variazioni del normale e non influenzano l’aspettativa di vita, ma possono essere prevenute diminuendo l’assunzione di stimolanti come la caffeina e l’alcol. Queste palpitazioni di solito hanno una buona prognosi.

Altre cause di palpitazioni possono richiedere farmaci o interventi chirurgici per controllare il disturbo del ritmo cardiaco. L’obiettivo è quello di riportare il paziente al livello precedente di salute e attività, riducendo al minimo le restrizioni sulla vita quotidiana. Queste palpitazioni hanno una prognosi da buona a equa e occasionalmente scarsa, a seconda della risposta dell’individuo al trattamento.

Possono essere prevenute le palpitazioni?

Alcune cause di palpitazioni, tra cui la fibrillazione atriale e flutter atriale possono essere dovuti alla sottostante malattia cardiaca , in particolare ischemica cardiopatie . I fattori di rischio che possono essere controllati includono il controllo permanente di alta pressione sanguigna , il colesterolo alto , e il diabete , oltre a fumare cessazione.

Alcuni pazienti con palpitazioni trarranno beneficio dall’eliminazione di caffeina, alcool, farmaci da banco a freddo (specialmente quelli che contengono pseudoefedrina), farmaci a base di erbe e altri stimolanti.

Facebook Comments