Cosa sono i disturbi di regolazione?

I disturbi di adattamento sono condizioni legate allo stress. Provi più stress di quanto normalmente ci si aspetterebbe in risposta a un evento stressante o inaspettato, e lo stress causa problemi significativi nelle tue relazioni, al lavoro o a scuola.

Problemi di lavoro, andare a scuola, una malattia, la morte di un parente stretto o qualsiasi numero di cambiamenti della vita possono causare stress. La maggior parte delle volte le persone si adeguano a tali cambiamenti entro pochi mesi. Ma se hai un disturbo dell’adattamento, continui ad avere reazioni emotive o comportamentali che possono contribuire a sentirsi ansiosi o depressi.

Non devi darti da fare per conto tuo, però. Il trattamento può essere breve ed è probabile che ti aiuti a ritrovare il tuo equilibrio emotivo.

Sintomi dei disturbi di regolazione

Segni e sintomi dipendono dal tipo di disturbo dell’adattamento e possono variare da persona a persona. Sperimenti più stress di quanto normalmente ci si aspetterebbe in risposta a un evento stressante e lo stress causa problemi significativi nella tua vita.

I disturbi di adattamento influenzano il modo in cui ti senti e pensi a te stesso e al mondo e possono anche influenzare le tue azioni o il tuo comportamento. Alcuni esempi includono:

  • Sentirsi triste, senza speranza o non godendo le cose che ti piacevano
  • Pianto frequente
  • Preoccuparsi o sentirsi ansioso, nervoso, nervoso o stressato
  • Problemi di sonno
  • Mancanza di appetito
  • Difficoltà di concentrazione
  • Sentirsi sopraffatto
  • Difficoltà di funzionamento nelle attività quotidiane
  • Ritiro dai supporti sociali
  • Evitare cose importanti come andare al lavoro o pagare le bollette
  • Pensieri o comportamenti suicidari
  • I sintomi di un disturbo dell’adattamento iniziano entro tre mesi da un evento stressante e durano non più di 6 mesi dopo la fine dell’evento stressante. Tuttavia, i disturbi di aggiustamento persistenti o cronici possono protrarsi per più di 6 mesi, specialmente se il fattore stressante è in corso, come la disoccupazione.

Quando vedere un dottore

Solitamente i fattori di stress sono temporanei e impariamo a gestirli nel tempo. I sintomi del disturbo dell’adattamento migliorano perché lo stress si è attenuato. Ma a volte l’evento stressante rimane parte della tua vita. Oppure sorge una nuova situazione stressante e affronti di nuovo le stesse lotte emotive.

Parlate con il vostro medico se continuate a lottare o se avete difficoltà a superare ogni giorno. Puoi ottenere un trattamento per aiutarti a far fronte meglio agli eventi stressanti e sentirti meglio nella vita.

Se hai dubbi sull’adeguamento o sul comportamento del tuo bambino, parla con il pediatra di tuo figlio.

Pensieri o comportamenti suicidi dovuti dai disturbi di regolazione

Se hai pensieri di farti del male o di far del male a qualcun altro, chiama immediatamente il 112 o il tuo numero di emergenza locale, vai in un pronto soccorso o confida in un parente o amico fidato; O potresti rivolgerti ad una linea di aiuto, o ad un gruppo di supporto.

Le cause dei disturbi di regolazione

I disturbi di adattamento sono causati da cambiamenti significativi o fattori di stress nella tua vita. La genetica, le esperienze di vita e il tuo temperamento possono aumentare la probabilità di sviluppare un disturbo dell’adattamento.

Fattori di rischio dei disturbi di regolazione

Alcune cose potrebbero renderti più probabile avere un disturbo dell’adattamento.

Eventi stressanti e i disturbi di regolazione
Gli eventi stressanti della vita, sia positivi che negativi, potrebbero metterti a rischio di sviluppare un disturbo dell’adattamento. Per esempio:

  • Divorzio o problemi coniugali
  • Relazione o problemi interpersonali
  • Cambiamenti nella situazione, come la pensione, avere un bambino o andare a scuola
  • Situazioni avverse, come perdere un lavoro, perdere una persona cara o avere problemi finanziari
  • Problemi a scuola o al lavoro
  • Esperienze potenzialmente letali, come aggressioni fisiche, combattimenti o calamità naturali
  • Stressori in corso, come avere una malattia medica o vivere in un quartiere pieno di criminalità

Le tue esperienze di vita e i disturbi di regolazione

Le esperienze di vita possono avere un impatto su come affrontare lo stress. Ad esempio, il rischio di sviluppare un disturbo dell’adattamento può essere aumentato se:

  • Stress significativo vissuto durante l’infanzia
  • Avere altri problemi di salute mentale
  • Hanno un numero di circostanze di vita difficili che si verificano nello stesso momento
  • Complicazioni dei disturbi di regolazione
  • Se i disturbi dell’adattamento non si risolvono, possono alla fine portare a problemi di salute mentale più gravi come disturbi d’ansia, depressione o abuso di sostanze.

Prevenzione dai disturbi di regolazione

Non ci sono modi garantiti per prevenire i disturbi di regolazione. Ma sviluppare abilità di coping e imparare ad essere resilienti può aiutarti durante i periodi di stress elevato.

Se sai che si sta verificando una situazione stressante – come una mossa o una pensione – chiama la tua forza interiore, aumenta le tue abitudini salutari e accumula in anticipo i tuoi sostegni sociali.

Ricorda a te stesso che questo di solito è limitato nel tempo e che puoi superarlo. Considera anche il check-in con il tuo dottore o professionista della salute mentale per rivedere i modi salutari di gestire lo stress.

Diagnosi dei disturbi di regolazione

La diagnosi dei disturbi dell’adattamento si basa sull’identificazione dei principali fattori di stress della vita, i sintomi e il modo in cui influiscono sulla capacità di funzionare. Il medico ti chiederà informazioni sulla tua storia medica, mentale e sociale. Lui o lei può usare i criteri nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), pubblicato dall’American Psychiatric Association.

Per la diagnosi dei disturbi di regolazione, il DSM-5 elenca questi criteri:

  • Avere sintomi emotivi o comportamentali entro tre mesi da uno stressante specifico che si verifica nella tua vita
  • Sperimentare più stress di quanto ci si potrebbe aspettare in risposta a eventi stressanti della vita e / o stress che causano problemi significativi nelle relazioni, al lavoro o a scuola
  • I sintomi non sono il risultato di un altro disturbo di salute mentale o di un normale lutto

Tipi di disturbi di regolazione

Il DSM-5 elenca sei diversi tipi di disturbi dell’adattamento. Sebbene siano tutti correlati, ogni tipo ha segni e sintomi unici. I disturbi di regolazione possono essere:

  • Con umore depresso. I sintomi includono principalmente sentirsi tristi, in lacrime e senza speranza e provare una mancanza di piacere nelle cose che si erano abituate a godere.
  • Con ansia. I sintomi includono principalmente nervosismo, preoccupazione, difficoltà a concentrarsi o ricordare le cose e sentirsi sopraffatti. I bambini che hanno un disturbo dell’adattamento con ansia possono temere fortemente di essere separati dai loro genitori e dai loro cari.
  • Con ansia mista e umore depresso. I sintomi includono una combinazione di depressione e ansia.
  • Con disturbo della condotta. I sintomi riguardano principalmente problemi comportamentali, come la lotta o la guida spericolata. I giovani possono saltare la scuola o atti vandalici.
  • Con disturbo misto di emozioni e condotta. I sintomi includono un mix di depressione e ansia oltre a problemi comportamentali.
  • Non specificato. I sintomi non si adattano agli altri tipi di disturbi dell’adattamento, ma spesso includono problemi fisici, problemi con la famiglia o gli amici, problemi lavorativi o scolastici.

Lunghezza dei sintomi dei disturbi di regolazione

Quanto tempo hai i segni e i sintomi di un disturbo di regolazione può anche variare. I disturbi di regolazione possono essere:

  • Acuta. Segni e sintomi durano sei mesi o meno. Dovrebbero facilitare una volta rimosso il fattore di stress.
  • Persistente (cronico). Segni e sintomi durano più di sei mesi. Continuano a disturbarti e disturbare la tua vita.
  • Trattamento per i disturbi di regolazione
  • Molte persone con disturbi di adattamento trovano utile il trattamento e spesso richiedono solo un breve trattamento. Altri, compresi quelli con disturbi di adattamento persistenti o fattori di stress in atto, possono trarre beneficio da un trattamento più lungo. I trattamenti per i disturbi dell’adattamento includono psicoterapia, farmaci o entrambi.

Psicoterapia per i disturbi di regolazione

La psicoterapia, chiamata anche terapia della parola, è il trattamento principale per i disturbi dell’adattamento. Questo può essere fornito come terapia individuale, di gruppo o familiare. La terapia può:

  • Fornire supporto emotivo
  • Aiuta a tornare alla tua normale routine
  • Aiutarti a capire perché l’evento stressante ti ha colpito così tanto
  • Aiuta a imparare le abilità di gestione dello stress e di coping per affrontare eventi stressanti
  • Farmaci per i disturbi di regolazione
  • Farmaci come antidepressivi e farmaci anti-ansia possono essere aggiunti per aiutare con i sintomi di depressione e ansia.

Come con la terapia, potresti aver bisogno di farmaci solo per alcuni mesi, ma non interrompere l’assunzione di alcun farmaco senza prima parlare con il medico. Se interrotto improvvisamente, alcuni farmaci, come alcuni antidepressivi, possono causare sintomi simili al ritiro.

Stile di vita e rimedi casalinghi per i disturbi di regolazione

Ecco alcuni passaggi che puoi seguire per prendersi cura del tuo benessere emotivo.

Suggerimenti per migliorare la resilienza quando si soffre di disturbi di regolazione

La resilienza è la capacità di adattarsi bene a stress, avversità, traumi o tragedia – in pratica, la capacità di riprendersi dopo aver vissuto un evento difficile. Costruire la resilienza può variare da persona a persona, ma prendere in considerazione queste strategie:

  • Rimani connesso con supporti sociali sani, come amici positivi e persone care.
  • Fai qualcosa che ti dà un senso di realizzazione, divertimento e scopo ogni giorno.
  • Vivi uno stile di vita sano che include un buon sonno, una dieta sana e un’attività fisica regolare.
  • Impara dalle esperienze passate su come puoi migliorare le tue capacità di coping.
  • Rimanere fiduciosi sul futuro e lottare per un atteggiamento positivo.
  • Riconosci e sviluppa i tuoi punti di forza personali.
  • Affronta le tue paure e accetta le sfide.
  • Crea un piano per risolvere i problemi quando si verificano, piuttosto che evitarli.
  • Trova supporto
  • Può aiutarti a parlare delle cose con la famiglia e gli amici premurosi, ricevere supporto da una comunità di fede o trovare un gruppo di supporto orientato verso la tua situazione.

Parla con tuo figlio di eventi stressanti

Se tuo figlio ha difficoltà ad adattarsi, prova a incoraggiare gentilmente il bambino a parlare di ciò che sta attraversando. Molti genitori pensano che parlare di un cambiamento difficile, come il divorzio, possa far sentire un bambino peggio. Ma tuo figlio ha bisogno dell’opportunità di esprimere sentimenti di dolore e di sentire la tua rassicurazione sul fatto che rimarrai una fonte costante di amore e sostegno.

Preparazione per il tuo appuntamento con il medico o specialista dei disturbi di regolazione

Sia che inizi a vedere il tuo medico di base o un professionista della salute mentale per la valutazione e il trattamento, ecco alcune indicazioni per aiutarti a prepararti per l’appuntamento e cosa aspettarti dal tuo medico.

Se possibile, puoi prendere appunti durante la visita o portare con te un familiare o un amico per aiutarti a ricordare le informazioni.

Cosa puoi fare prima dell’appuntamento col medico?

Per preparare il tuo appuntamento, fai una lista di:

  • Tutti i sintomi che hai riscontrato e per quanto tempo.
  • Dati personali chiave, inclusi eventuali tensioni o recenti cambiamenti di vita, sia positivi che negativi.
  • Informazioni mediche, comprese altre condizioni di salute fisica o mentale con cui è stata diagnosticata. Includi eventuali farmaci, vitamine, erbe o altri integratori che stai assumendo e i dosaggi.
  • Domande da porre al tuo medico per sfruttare al meglio il tuo tempo insieme.

Alcune domande da porre al medico possono includere:

  • Cosa pensi che sta causando i miei sintomi?
  • Ci sono altre possibili cause?
  • La mia condizione è probabilmente temporanea o a lungo termine?
  • Raccomandi il trattamento? Se sì, con quale approccio?
  • Quando ti aspetti che i miei sintomi migliorino?
  • Dovrei vedere uno specialista di salute mentale?
  • Raccomanda eventuali cambiamenti temporanei a casa, al lavoro o a scuola per aiutarmi a recuperare?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso avere?
  • Quali siti Web consigliate?

Non esitate a fare altre domande durante l’appuntamento.

Cosa aspettarsi dal proprio medico?

Probabilmente il medico ti farà una serie di domande. Siate pronti a rispondere per riservare il tempo di andare oltre qualsiasi punto su cui volete concentrarvi. Il medico potrebbe chiedere:

  • Quali sono i tuoi sintomi?
  • Quando hai notato i tuoi sintomi, prima tu o i tuoi cari?
  • Quali cambiamenti importanti si sono verificati di recente nella tua vita, sia positivi che negativi?
  • Come hai provato a far fronte a questi cambiamenti?
  • Quanto spesso ti senti triste o depresso?
  • Hai pensieri di suicidio?
  • Quanto spesso ti senti ansioso o preoccupato?
  • Hai problemi a dormire?
  • Hai difficoltà a terminare compiti a casa, al lavoro o a scuola che in precedenza ti sembravano gestibili?
  • Stai evitando eventi sociali o familiari?
  • Hai avuto problemi a scuola o al lavoro?
  • Hai preso delle decisioni impulsive o hai intrapreso un comportamento spericolato che non ti sembra?
  • Bevi alcolici o usi droghe ricreative? Quante volte?
  • Sei stato trattato per altri disturbi di salute mentale in passato? Se sì, quale tipo di terapia è stata più utile?