L’aldosteronismo primario  è un disturbo ormonale che porta alla pressione alta. Si verifica quando le ghiandole surrenali producono troppo ormone chiamato aldosterone.

Le ghiandole surrenali producono numerosi ormoni essenziali, incluso l’aldosterone. Di solito, l’aldosterone bilancia sodio e potassio nel sangue. Ma troppo di questo ormone può farti perdere potassio e trattenere il sodio. Questo squilibrio può far sì che il tuo corpo trattenga troppa acqua, aumentando il volume e la pressione sanguigna.

Le opzioni terapeutiche comprendono farmaci, interventi chirurgici e cambiamenti nello stile di vita.

Aldosteronismo primario Sintomi

L’aldosteronismo primario spesso non causa sintomi chiari. Il primo indizio che potresti avere un aldosteronismo primario è di solito la pressione alta, specialmente difficile da controllare.

A volte, l’aldosteronismo primario provoca bassi livelli di potassio. In questo caso, potresti avere:

Crampi muscolari
Debolezza
Fatica
Mal di testa
Sete eccessiva
Un frequente bisogno di urinare
Quando vedere un dottore
Chiedi al tuo medico la possibilità di avere un aldosteronismo primario se hai:

Alta pressione sanguigna da moderata a grave, soprattutto se hai bisogno di molti farmaci per controllare la pressione sanguigna
Alta pressione sanguigna e una storia familiare di aldosteronismo primario
Ipertensione e storia familiare di ipertensione o ictus all’età di 40 anni o più giovani

Ipertensione e crescita su una delle ghiandole surrenali (rilevata in un test di imaging eseguito per un altro motivo)
Alta pressione sanguigna e basso livello di potassio
Alta pressione sanguigna e apnea ostruttiva del sonno

Aldosteronismo primario le cause

Le condizioni comuni che possono causare troppo aldosterone includono:

Una crescita benigna in una ghiandola surrenale
Iperattività di entrambe le ghiandole surrenali
Esistono altre cause molto più rare di aldosteronismo primario, tra cui:

Una crescita cancerosa sullo strato esterno della ghiandola surrenale
Una condizione ereditaria che causa la pressione alta nei bambini e nei giovani adulti

Complicazioni

L’aldosteronismo primario può portare ad alta pressione sanguigna e bassi livelli di potassio. Queste complicazioni a loro volta possono portare ad altri problemi.

Problemi legati all’ipertensione
La pressione arteriosa persistentemente elevata può causare problemi al cuore e ai reni, tra cui:

Attacco cardiaco, insufficienza cardiaca e altri problemi cardiaci
Ictus
Malattia renale o insufficienza renale

Le persone con aldosteronismo primario hanno un rischio più elevato del previsto di problemi cardiovascolari rispetto alle persone che hanno solo la pressione alta.

Problemi relativi a bassi livelli di potassio (ipopotassiemia)
L’aldosteronismo primario può causare bassi livelli di potassio. Se i tuoi livelli di potassio sono solo leggermente bassi, potresti non avere alcun sintomo. Livelli molto bassi di potassio possono portare a:

Debolezza

Ritmo cardiaco irregolare
Crampi muscolari
Sete o minzione in eccesso

Diagnosi

Se il medico sospetta l’aldosteronismo primario, probabilmente avrai un test per misurare i livelli di aldosterone e renina nel sangue. La renina è un enzima rilasciato dai reni che aiuta a controllare la pressione sanguigna. Se il tuo livello di renina è molto basso e il livello di aldosterone è alto, potresti avere un aldosteronismo primario.

Test addizionali

Se il test dell’aldosterone-renina suggerisce l’aldosteronismo primario, avrai bisogno di altri test per confermare la diagnosi e cercare potenziali cause. I test possibili includono:

Test di caricamento del sale. Esistono alcuni modi per eseguire questo esame del sangue o delle urine. Puoi mangiare una dieta ricca di sodio per alcuni giorni o potresti avere un’infusione salina per diverse ore prima che il tuo medico misuri i tuoi livelli di aldosterone.

Potrebbe anche essere somministrato fludrocortisone, un farmaco che imita l’azione dell’aldosterone, oltre alla dieta ricca di sodio prima del test.

TAC addominale. Una TAC può trovare un tumore sulla ghiandola surrenale o mostrare una ghiandola surrenale allargata che suggerisce che la ghiandola è iperattiva.

Esame del sangue delle vene surrenali. Un radiologo preleva sangue dalle vene surrenali destra e sinistra e confronta i due campioni. Se solo una parte ha elevato aldosterone, il medico può sospettare una crescita su quella ghiandola surrenale.

Questo test prevede l’inserimento di un tubo in una vena dell’inguine e l’infilatura fino alle vene surrenali. Sebbene essenziale per determinare il trattamento appropriato, questo test comporta il rischio di sanguinamento o di coaguli di sangue nelle vene.

Trattamento

Il trattamento per l’aldosteronismo primario dipende dalla causa sottostante. L’obiettivo di base è riportare i livelli di aldosterone alla normalità o bloccare l’effetto dell’aldosterone alto per prevenire complicazioni.

Trattamento per un tumore della ghiandola surrenale
Un tumore della ghiandola surrenale può essere trattato con chirurgia o farmaci e cambiamenti nello stile di vita.

Rimozione chirurgica della ghiandola. Si raccomanda di solito la rimozione chirurgica della ghiandola surrenale con il tumore (adrenalectomia).

La rimozione chirurgica può riportare i livelli di pressione sanguigna, potassio e aldosterone alla normalità. Il medico ti seguirà da vicino dopo l’intervento chirurgico e adatterà o eliminerà progressivamente i farmaci per la pressione alta.

I rischi di un intervento chirurgico comprendono sanguinamento e infezione. La sostituzione dell’ormone surrenale non è necessaria perché l’altra ghiandola surrenale può fare abbastanza di tutti gli ormoni di cui il tuo corpo ha bisogno.

Farmaci che bloccano l’aldosterone. Se il tuo aldosteronismo primario è causato da un tumore benigno e non puoi avere un intervento chirurgico o preferisci non farlo, puoi essere trattato con farmaci che bloccano l’aldosterone chiamati antagonisti del recettore dei mineralcorticoidi (spironolattone ed eplerenone) e cambiamenti nello stile di vita.

L’ipertensione e il basso contenuto di potassio ritorneranno se interromperai l’assunzione dei farmaci.

Trattamento per iperattività di entrambe le ghiandole surrenali
Una combinazione di farmaci e modificazioni dello stile di vita può trattare efficacemente l’aldosteronismo primario causato dall’iperattività di entrambe le ghiandole surrenali.

Farmaci. Gli antagonisti del recettore dei mineralcorticoidi bloccano l’azione dell’aldosterone nel corpo. Il medico può prima prescrivere lo spironolattone (aldattone). Questo farmaco aiuta a correggere la pressione alta e il basso contenuto di potassio, ma può causare altri problemi.

Oltre a bloccare i recettori dell’aldosterone, lo spironolattone può inibire l’azione di altri ormoni. Gli effetti collaterali possono includere ingrossamento del seno maschile (ginecomastia) e irregolarità mestruali nelle donne.

Un nuovo antagonista del recettore dei mineralcorticoidi più costoso, chiamato eplerenone (Inspra), elimina gli effetti collaterali dell’ormone sessuale associati allo spironolattone. Il medico può raccomandare eplerenone se ha gravi effetti collaterali con spironolattone. Potresti anche aver bisogno di altri farmaci per la pressione alta.

Cambiamenti nello stile di vita. I farmaci per la pressione alta sono più efficaci se combinati con una dieta e uno stile di vita sani.

Collabora con il tuo medico per creare un piano per ridurre il sodio nella tua dieta e mantenere un peso corporeo sano. Fare esercizio fisico regolare, limitare la quantità di alcol che si beve e smettere di fumare può anche migliorare la risposta ai farmaci.

Stile di vita e rimedi casalinghi

Uno stile di vita sano è essenziale per mantenere bassa la pressione sanguigna e mantenere la salute del cuore a lungo termine. Ecco alcuni suggerimenti per uno stile di vita sano:

Segui una dieta sana. Le diete che mettono in risalto una sana varietà di alimenti, tra cui cereali, frutta, verdura e latticini a basso contenuto di grassi, possono aiutare a perdere peso e ridurre la pressione sanguigna. Prova gli approcci dietetici per fermare la dieta ipertensione (DASH): ha dimostrato benefici per il tuo cuore. Una dieta sana limita anche sodio, zuccheri aggiunti, grassi saturi e alcool.

Ottieni un peso sano. Se il tuo indice di massa corporea (BMI) è di 25 o più, perdere dal 3% al 5% del peso corporeo può abbassare la pressione sanguigna.
Esercizio.

L’esercizio aerobico regolare può aiutare a ridurre la pressione sanguigna. Non devi andare in palestra – fare una passeggiata moderata per 30 minuti la maggior parte dei giorni della settimana può migliorare la tua salute. Prova a camminare con un amico a pranzo invece di cenare fuori.

Non fumare. Smettere di fumare migliora la salute generale del cuore e dei vasi sanguigni. Parla con il tuo medico dei farmaci che possono aiutarti a smettere di fumare.

Prepararsi per l’appuntamento

Poiché i sintomi dell’aldosteronismo primario non sono sempre evidenti, il medico potrebbe essere quello di suggerire di sottoporsi a screening per la condizione. Il medico può sospettare l’aldosteronismo primario in caso di ipertensione e:

La tua pressione sanguigna rimane costantemente alta, specialmente se stai già assumendo almeno tre farmaci (ipertensione resistente)
Hai un basso livello di potassio nel sangue – sebbene molte persone con aldosteronismo primario abbiano livelli normali di potassio, specialmente nelle prime fasi della malattia

Hai una crescita su una delle tue ghiandole surrenali, trovata in un test di imaging eseguito per un altro motivo

Hai una storia personale o familiare di ipertensione o ictus in giovane età
Hai anche un’apnea ostruttiva del sonno

Il test di screening per l’aldosteronismo primario potrebbe richiedere una pianificazione. Il test può essere eseguito durante l’assunzione della maggior parte dei farmaci per la pressione sanguigna, ma potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione di determinati farmaci, come lo spironolattone (aldattone) e l’eplerenone (Inspra), fino a quattro settimane prima del test.

Il medico può anche chiederti di evitare i veri prodotti di liquirizia per un paio di settimane prima del test, poiché questi possono causare cambiamenti che imitano l’aldosterone in eccesso.

Dopo il test, vedrai il tuo medico per un appuntamento di follow-up o potresti essere indirizzato a un medico che cura i disturbi ormonali (endocrinologo). Ecco alcune informazioni per aiutarti a prepararti per il tuo appuntamento.

Cosa puoi fare
Quando prendi un appuntamento, crea un elenco di:

I tuoi sintomi, compresi quelli che sembrano estranei alla ragione dell’appuntamento
Informazioni personali chiave, inclusi importanti stress, recenti cambiamenti della vita e anamnesi familiare
Tutti i farmaci, le vitamine o altri integratori che prendi, comprese le dosi
Domande da porre al medico
Per l’aldosteronismo primario, alcune domande di base da porre al medico sono:

Cosa significano i risultati dei miei test?
Ho bisogno di ulteriori test?
La mia condizione è temporanea o la avrò sempre?
Quali trattamenti sono disponibili? Quale pensi che sarebbe meglio nel mio caso?
Ho queste altre condizioni di salute. Come posso gestirli al meglio insieme?
Ci sono delle restrizioni dietetiche che devo seguire?
Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso avere? Quali siti web mi consigliate?
Cosa aspettarsi dal proprio medico
È probabile che il medico ti faccia diverse domande, tra cui:

Qualcosa sembra migliorare i tuoi sintomi?
Che cosa sembra peggiorare i sintomi?