Le indicazioni in tema di spostamenti, ristorazione, attività motoria e altre attività.

In base all’Ordinanza del ministero della Salute del 23 aprile sono cinque le regioni alle quali si applicano, a partire da lunedì 26 aprile e per 15 giorni, le misure di cui alla cosiddetta zona arancione. Si tratta di Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d’Aosta (resta rossa la sola Sardegna; in giallo tutte le altre). Di seguito le indicazioni su come comportarsi in queste cinque regioni.

Spostamenti

È vietato spostarsi fra regioni, salvo per chi è in possesso della certificazione verde Covid-19 (vaccinazione, guarigione da Covid, tampone negativo).È vietato circolare dalle 22 alle 5.È vietato spostarsi fuori dal proprio comune.È consentito spostarsi all’interno del comune verso un’abitazione privata, una sola volta al giorno, per massimo quattro persone, oltre figli minori di 18 anni, persone con disabilità o non autosufficienti.Ristorazione

Ristoranti, gelaterie e pasticcerie sono chiusi. È consentito il servizio a domicilio e, fino alle 22, l’asporto.I bar sono chiusi. È consentito il servizio a domicilio e, fino alle 18, l’asporto.Attività motoria

Lo sport è consentito all’aperto e presso i centri sportivi all’aperto.Altre attività

I negozi sono aperti.I servizi alla persona sono aperti (parrucchieri, barbieri, centri estetici).Musei, cinema e teatri sono chiusi. Vietate sagre e feste.Redazione Nurse Times

L’articolo Zona arancione, come comportarsi nelle 5 regioni interessate scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.