La società farmaceutica Moderna ha annunciato di aver avviato uno studio che testerà il proprio vaccino contro il Covid-19 nei bambini sotto i 12 anni a partire dai sei mesi di età. 

Con la collabora del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, ha iniziato la sperimentazione in fase 2-3 sui primi 6.750 bambini sani arruolati negli Stati Uniti e in Canada, in modo da poter allargare il più possibile la campagna di vaccinazione di massa. Alcuni bambini hanno già ricevuto una prima inoculazione.

Lo studio

«Questo studio pediatrico ci aiuterà a valutare la potenziale sicurezza e immunogenicità del nostro candidato vaccino Covid-19 in questa importante popolazione in età più giovane » ha spiegato il Chief Executor di Moderna Stephane Bancel.

Si tratterà di uno studio randomizzato e cieco sulla popolazione pediatrica fino a 11 anni suddiviso in due parti. La prima parte testerà diversi livelli di dose del vaccino nei bambini, che cambia a seconda dell’età. I ricercatori esamineranno la sicurezza e la risposta immunitaria alle varie dosi per determinare quale portare nella seconda parte dello studio, nella quale altri soggetti saranno assegnati casualmente al ricevere due dosi del vaccino di Moderna o di un placebo, a distanza di 28 giorni l’uno dall’altro. 

I ricercatori monitoreranno la sicurezza, la tollerabilità e l’efficacia del vaccino. I bambini saranno seguiti per un anno con l’obiettivo di valutare gli eventuali effetti collaterali e misurare nel tempo i livelli di anticorpi per capire se il vaccino fornisce protezione. Verranno anche effettuati tamponi per cercare infezioni di Sars-CoV-2 , con o senza sintomi.

Gli adolescenti

Attraverso uno studio separato Moderna sta testando il suo vaccino su 3.000 adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni e i risultati sono attesi entro l’estate (andrà poi avviata la procedura di autorizzazione). Immunizzare i i bambini e i ragazzi sarà fondamentale per raggiungere davvero l’immunità di gregge e fermare la pandemia. Inoltre molti genitori di tutto il mondo vogliono proteggere i propri figli.

Le altre case farmaceutiche

Anche Johnson & Johnson testerà il suo vaccino contro il coronavirus su neonati e bambini piccoli dopo averlo testato prima sui bambini più grandi. Pfizer-BioNTechsta testando il suo vaccino nei bambini di età compresa tra 12 e 15 anni e ha comunicato che passerà presto a classi di età più giovani. AstraZeneca sta testando il suo vaccino in Gran Bretagna su bambini dai 6 anni in su.
L’articolo Vaccini Covid-19: al via la sperimentazione sui neonati e sui bambini scritto da Dott. Simone Gussoni è online su Nurse Times.