ROMA, 02 LUG – Il Ministro dell’università e della ricerca, Maria Cristina Messa, ha firmato il decreto n. 1111 che definisce, in via provvisoria, i posti disponibili per l’accesso al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia per l’anno accademico 2022/2023.

Il potenziale formativo inserito dalle università in banca dati è di 14.740 posti per i candidati dei paesi UE e non UE residenti in Italia, a fronte dei 14.020 dello scorso anno, e di 1.136 per i candidati dei Paesi non UE residenti all’estero. Il decreto attribuisce i posti agli atenei in via provvisoria, in attesa della definizione dell’accordo che sarà assunto nell’ambito della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano.

Oltre al decreto per Medicina e Chirurgia, – informa una nota del ministero – sono stati pubblicati anche gli altri decreti ministeriali (n. 1115 e 1112) che definiscono i posti disponibili, sempre provvisori, per i corsi di laurea magistrale in Odontoiatria e protesi dentaria e Medicina Veterinaria. In merito al primo, il potenziale formativo espresso dalle università in banca dati è di 1.330 posti, mentre per il corso di laurea magistrale in medicina veterinaria i posti sono 1.040.

Sempre in via provvisoria, con il decreto n. 1113, sono stati definiti i posti per i corsi di laurea delle professioni sanitarie. In totale, per i candidati dei paesi UE e non UE residenti in Italia, sono 31.730 (per lo scorso anno accademico erano 30.180) così divisi: 1.097 per ostetricia, 264 per infermieristica pediatrica e 17.997 per infermieristica, 809 per educazione professionale, 157 per podologia, 2.622 per fisioterapia, 915 per logopedia, 309 per ortottica e assistenza oftalmologica, 407 per terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, 445 per tecnica della riabilitazione psichiatrica, 274 per terapia occupazionale, 1.212 per tecniche di laboratorio biomedico, 1.327 per tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia, 185 per tecniche di neurofisiopatologia, 199 per tecniche ortopediche, 320 per tecniche audiprotesiche, 243 per tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, 825 per igiene dentale, 574 per dietistica, 95 per tecniche audiometriche, 602 per assistenza sanitaria e 852 per tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

“Ma la vera notizia è sugli Infermieri, poca cosa l’aumento del 3,5% da 17.394 scorso a 17.977Si sperava in un + 10% di aumento per arrivare a 19.133″ replica Angelo Mastrillo.

Redazione Nurse Times

Istituto Oncologico Veneto: avviso pubblico per infermieri
Università: Messa,14.740 posti per iscrizioni a Medicina, aumentano (di poco) i posti a infermieristica 
Cerignola: medici e infermieri del P.S. brutalmente aggrediti
L’Ordine degli Infermieri di Perugia si esprime sulla sentenza del Consiglio di Stato che boccia le UDI (Unità di Degenza Infermieristica) 
Violenza infermieri: è necessario agire sulla leva della comunicazione di massa
L’articolo Università: Messa,14.740 posti per iscrizioni a Medicina, aumentano (di poco) i posti a infermieristica  scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.