A Unity Elekta, macchina che unisce radioterapia e risonanza magnetica ad alto campo, si aggiunge Ethos Varian, nuovo acceleratore lineare guidato da intelligenza artificiale.

Con l’arrivo di Ethos Varian, il nuovo acceleratore lineare guidato da intelligenza artificiale, l’Irccs di Negrar (Verona) è l’unico centro in Italia dotato di due diversi strumenti ultramoderni per la radioterapia dei tumori, capaci di riadattare il piano di cura in tempo reale, in base alle variazioni della massa tumorale o a quelle anatomiche che possono verificarsi durante il periodo di trattamento.

A Unity Elekta, la macchina che unisce radioterapia e risonanza magnetica ad alto campo, si aggiunge ora il nuovo dispositivo associato a un software avanzatissimo, che grazie a sedute di appena dieci minuti, consente di trattare fino a 40 pazienti al giorno, anche i più fragili, che hanno difficoltà a stare sdraiati a lungo, come ad esempio anziani e obesi, o portatori di pacemaker e protesi metalliche. 

Redazione Nurse Times

Tumori, all’Irccs di Negrar la radioterapia raddoppia: sedute lampo con l’acceleratore “intelligente”
Questione medica, Anelli (Fnomceo): “I professionisti mostrano disagio. Vanno garantiti i diritti dei lavoratori in sanità”
Epatite acuta pediatrica: cosa sappiamo finora
Liguria, concorso per 700 infermieri: ecco le date della prova scritta
Il dott. Malcangi presenta la tesi infermieristica sul modello ‘’See And Treat’’ nel Pronto Soccorso del Policlinico Tor Vergata
L’articolo Tumori, all’Irccs di Negrar la radioterapia raddoppia: sedute lampo con l’acceleratore “intelligente” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.