Aperto un fascicolo per falso sui superiori dell’Istituto di Medicina legale.

Sebbene non fossero presenti, firmavano i verbali, poiché solo loro avevano titolo per farlo. Questa l’ipotesi a carico di alcuni medici dell’Istituto di Medicina legale di Torino, dove gli specializzandi avrebbero eseguito autopsie, prelievi di organi sui cadaveri e altre analisi per i bollettini necroscopici, senza supervisione dei loro superiori.

I carabinieri dei Nas hanno perquisito gli uffici per ordine della Procura di Torino, che ha aperto un fascicolo per falso. L’inchiesta è partita dopo un esposto in base al quale sarebbero stati falsificati anche fogli di presenza dei medici docenti universitari, che invece di essere presenti in ospedale si recevano a convegni. Al momento, comunque, non ci sarebbero iscrizioni nel registro degli indagati.

Redazione Nurse Times

Vulvodinia, proposta di legge approda alla Camera: la sostiene anche Damiano dei Maneskin
La dott.ssa Boccia presenta la tesi infermieristica dal titolo “Cateteri venosi centrali: bundle di azioni per la prevenzione”
Lecce, uomo affetto da turbe psichiche e Covid si suicida in ospedale: indagati un medico e tre infermieri
Migep “il Veneto svende la sanità pubblica per il privato, svende gli infermieri e “punisce” gli oss”
Nursing Up: «Allarmanti i numeri che raccontano del pericoloso esodo degli infermieri italiani verso la Svizzera»
L’articolo Torino, firmavano i verbali di autopsie eseguite da specializzandi in loro assenza: Procura indaga sui medici scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.