Nei pazienti con arterite a cellule giganti refrattaria, tocilizumab si è dimostrato efficace nel migliorare le manifestazioni cliniche della malattia e i parametri ematici di fase acuta, anche se ha causato una maggiore suscettibilità a infezioni gravi. Lo dimostrano i risultati di uno studio spagnolo di real life pubblicato sulla rivista Seminars in Arthritis & Rheumatism.