Alan Scott Lanoix ha pagato a caro prezzo la scelta di non vaccinarsi. Ora la sorella invita tutti a non seguirne l’esempio.

Arriva dal Texas la tristre vicenda del 54enne Alan Scott Lanoix, al quale la moglie e i tre figli (foto) hanno dovuto dire addio proprio nel giorno della Festa del papà. L’uomo, che aveva rifiutato di vaccinarsi perché convinto che i sieri anti-Covid siano “veleno”, si era ammalato proprio di coronavirus sul lavoro e in breve tempo le sue condizioni sono peggiorate al punto da portarlo alla morte, dopo aver trascorso 17 giorni attaccato a un ventilatore. A rendere noto l’accaduto è stata la sorella Lisa Adler, nella speranza di convincere il maggior numero possibile di no vax a cambiare idea.

“Pensava che il vaccino fosse veleno e aveva paura di prenderlo – ha confermato Lisa, raccontando di aver sentito per l’ultima volta Alan a maggio, quando le aveva fatto gli auguri di compleanno –. C’è tanta gente che ha la stessa sensazione. Lui era una persona eccezionale e invito chiunque sia indeciso a fare di corsa il vaccino, in memoria di mio fratello. Continuavo a dirgli: ‘Ora avrai l’immunità e tutto andrà bene’. Invece mi aveva detto che qualunque cosa accadesse, sarebbe stato felice della sua vita, perché amava la sua famiglia”.

Redazione Nurse Times

Vaccini anti-Covid, niente tracce nel latte materno: lo studio Usa
Coronavirus, il punto sulla variante Delta: età media, efficacia dei vaccini e sintomi
Obbligo vaccinale per il personale sanitario e Green Pass: come ci si regola all’estero?
Coronavirus, soldi in cambio di certificato vaccinale: medico indagato dai Nas di Treviso
Coronavirus, in forte crescita la richiesta di Green Pass falsi
L’articolo Texas, sosteneva che i vaccini fossero “veleno”: muore di coronavirus a 54 anni scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.