Grande successo per il nostro progetto editoriale denominato NeXT che permette ai neolaureati in medicina, infermieristica e a tutti i professionisti della sanità di poter pubblicare la propria tesi di laurea sul nostro portale. 

Introduzione

Per Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) si intende una malattia neurogenerativa, che colpisce entrambi i due motoneurone, responsabili del controllo della muscolatura volontaria. Questo comporta nei pazienti affetti, una progressiva perdita della forza agli arti, con interessamento successivamente dei muscoli usati per respirare, mangiare e comunicare; il paziente arriva quindi ad una completa paralisi del paziente, le cui uniche funzioni che non vengono compromesse sono rappresentate dalle funzioni cognitive, visive, sessuali e sfinteriche. Un aspetto che viene altamente compromesso è quindi la comunicazione. Una barriera comunicativa va a incidere negativamente sulla qualità di vita di questi pazienti, per questo sono stati sviluppati dei dispositivi informatici “Eye Tracking” per ovviare a queste situazioni, così da soddisfare uno dei più importanti bisogni primari dell’uomo, ovvero quello di comunicare.

Obiettivo

Valutare attraverso una revisione della letteratura, il miglioramento della qualità di vita dei pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica, dal momento in cui iniziano a utilizzare per la comunicazione i dispositivi informatici “Eye Tracking”.

Materiali e metodi

È stata condotta una Revisione della letteratura, attraverso una ricerca degli articoli su database, quali; PubMed e Cinahl adottando sia termini MESH e Keywords combinati tra loro con gli operatori Booleani “AND” e “OR”. Il quesito di ricerca è stato formulato secondo il metodo PIO.

Risultati

I risultati della revisione hanno condotto a studi che considerano i dispositivi “Eye Tracking”, come dispositivi utili e indispensabili per i pazienti affetti da SLA. Tutti gli articoli analizzati hanno somministrato diverse scale/questionari ai pazienti e ai propri Caregiver, al fine di valutare l’importanza di questi dispositivi e come questi incidono nella qualità della vita dei pazienti affetti da SLA.

Discussione e Conclusione

Concludendo, è possibile affermare che lo sviluppo tecnologico, come quello dei dispositivi “Eye Tracking”, ha rappresentato un’evoluzione di grande successo, in quanto in grado di dare la possibilità ai pazienti affetti da SLA di poter soddisfare il bisogno di comunicare, di esporre i propri pensieri e di essere più autonomi nelle decisioni da prendere riguardo al loro percorso di malattia. Questo ha inciso positivamente nel migliorare della loro qualità della vita.

D’Aversa Sara

Allegato

Dispositivi di “Eye Tracking” come strumento di comunicazione e miglioramento della qualità di vita nei pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica: una Revisione della letteratura

Infermieri della ASL Foggia esclusi dalla stabilizzazione, Cera: “Chiesto incontro ad assessore Palese”
Scompenso cardiaco acuto, come trattarlo?
Tesi infermieristica “Dispositivi di “Eye Tracking” come strumento di comunicazione e miglioramento della qualità di vita nei pazienti affetti da SLA”
Friuli Venezia Giulia: concorso per 639 infermieri
Alimentazione: l’importanza dei cibi ricchi di antiossidanti
L’articolo Tesi infermieristica “Dispositivi di “Eye Tracking” come strumento di comunicazione e miglioramento della qualità di vita nei pazienti affetti da SLA” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.