Neanche una forte scossa di terremoto ha impedito ad un gruppo di infermieri giapponesi in servizio presso il reparto di Neonatologia dell’ospedale di Fukushima di tutelare la salute dei piccoli pazienti ricoverati.

Il video delle telecamere di sorveglianza ha rapidamente fatto il giro del web, diventando virale. I professionisti non hanno difatti cercato riparo sotto un tavolino o una parete portante ne hanno cercato di metterei in salvo abbandonando i loro piccoli pazienti inconsapevoli di quanto stesse accadendo attorno alle loro culle.

La scossa di magnitudo 6.2 non ha impedito alle infermiere di tentare di proteggere i neonati, bloccando le culle ed impedendo che potessero ribaltarsi o venire travolte da detriti o da altri oggetti.

Per diversi interminabili secondi, forse spinte dall’istinto, le professioniste sono rimaste immobili, a protezione delle piccole termoculle che accoglievano numerosi neonati, fino a quando le scosse non si sono concluse.

Simone GussoniL’articolo Terremoto di magnitudo 6.2 in Giappone: le infermiere non cercano riparo per salvare i neonati scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.