Il candidato alla terapia genica per l’emofilia B (AMT-061) messo a punto dalla società biotech olandese UniQure ha evidenziato dati positivi provenienti dalla valutazione a 12 settimane di uno studio di fase IIb che sinora ha arruolato tre pazienti. E’ anche stato arruolato il primo paziente nello studio di Fase III denominato Hope-B.