Pubblichiamo un pamphlet sulle minacce dei datori di lavoro contro i lavoratori “dissidenti” che non accettano la vaccinazione contro il coronavirus, definiti “novax“.

Il pamphlet è scritto dal dott. Carlo Pisaniello, presidente dell’Associazione Avvocatura degli Infermieri.

Il presente pamphlet riguarda il dibattito scaturito recentementesull’obbligatorietà vaccinale contro il SARS-Cov2 pretesa da alcuni datori di lavoro. I relativi effetti che questa potrebbe ingenerare sul rapporto di lavoro. Si è tentato di ricostruire le varie posizioni emerse e le dichiarazioni di alcuni illustri giuslavoristi.

Si è tentato poi di esprimere una chiave di lettura critica ed alternativa basata non solo sugli aspetti giuridici e dottrinali, ma anche su quelli scientifici attualmente a nostra disposizione, soprattutto in virtù del dettato costituzionale dell’art. 32, comma 2, Cost., e della mancanza di una norma ad hoc che renda tale pratica obbligatoria.

Le minacce dei datori di lavoro contro i lavoratori “dissidenti” che non accettano la vaccinazione contro la “SARS-CoV-2” definiti a sproposito “novax”. Presupposti qualificativi, giuridici e relativa efficacia praticasullobbligatorieta-vaccinale Download

Arresto cardiaco in strada, donna salvata da infermiere ADI e tirocinante
Sulle minacce dei datori di lavoro contro i lavoratori “dissidenti” che non accettano la vaccinazione
Lesioni da pressione ai talloni: la prevenzione
Scandalo mascherine in Germania: ministro della salute acquista Ffp2 dalla società di suo marito
Cosa è la mindfulness?
L’articolo Sulle minacce dei datori di lavoro contro i lavoratori “dissidenti” che non accettano la vaccinazione scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.