Gli steroidi rappresentano ancora un’opzione di trattamento fondamentale per svariate patologie, ma il loro impiego a lungo termine comporta un maggior rischio di sviluppare diabete e steatosi epatica. Uno studio su cellule epatiche pubblicato sulla rivista Nature Communications ha identificato il fattore E47 come necessario per la regolazione del glucosio epatico e del metabolismo lipidico e quindi come un nuovo potenziale target della terapia.