I pazienti adulti con sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS) che presentano una eccessiva sonnolenza durante la veglia sono a rischio di gran lunga maggiore per malattie cardiovascolari rispetto a quelli senza eccessiva sonnolenza diurna. Lo afferma una ricerca pubblicata sull’American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine, testata scientifica dell’American Thoracic Society.