La somministrazione di antiaggreganti in pazienti con diagnosi di SCA e in trattamento con le strategie terapeutiche dedicate portano come causa collaterale all’assunzione dei farmaci in questione episodi di sanguinamenti, anche maggiori

È stato eseguito uno
studio multicentrico su un braccio di oltre 4000 pazienti confrontado gli
eventi avversi di natira emorragica legati  all’assunzione di Prasugrel e Ticagrelor.

Fermo restando l’eccezionalità
e l’utilità terapeutica di entrambe le molecole suddette, lo specialista,  sarà lo specialista in funzuione di
re-stenosi intrastent ed in base ad altri parametri validati da evidenza
scientifica ed esperienza a  prescrivere
l’antiaggregante adatto al tipo e/o numero di stent impiantati non che clinica
del paziente.

Lo studio si è svolto arruolando 4018 pazienti dividendo i pazienti in due gruppi:

Pazienti in
trattamento con ticagrelorPazienti in
trattamento con prasugrelL’end-point primario considerato è stato l’exitus,
IMA o stroke ad un anno dal trattamento.

L’end-point secondario è stato rappresetnato
dagli eventuali episodi di sanguinamento.

Dall’analisi dei dati si è rilevato che :

L’end-point primario
si è verificato in 184 pazienti (9,3%)
nel gruppo ticagrelor e in 137
pazienti del 2006 (6,9%) nel gruppo prasugrel , con incidenze : morte, 4,5% e 3,7%; infarto miocardico,
4,8% e 3,0%; ictus, 1,1% e
1,0%. La trombosi dello stent
definita si è verificata nell’1,3% dei pazienti assegnati a ticagrelor e
nell’1,0% dei pazienti assegnati a prasugrel  l’end-Point secondario
per il sanguinamento maggiore  è stato
osservato nel 5,4% dei pazienti nel gruppo ticagrelor e in 4% nel trattamento
con Presugrel.Concludendo parafrasando l’end- Point primario si saggia che l’incidenza di morte, infarto del miocardio o ictus era significativamente più bassa tra coloro che avevano ricevuto prasugrel rispetto a quelli che avevano ricevuto ticagrelor. Mentre per ciò che concerne al sanguinamento l’incidenza di sanguinamento maggiore non era significativamente diverso tra i due gruppi.

CALABRESE Michele

Fonte

https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1908973?fbclid=IwAR3Fk5yz4D7bDbmOB-CWywlVF3Ny3LBeN1rSEWQQffLfPNBfTa0QaAeFKk0
L’articolo Sindrome Coronarica Acuta (S.C.A.) e terapia: dibattito Ticagrelor vs Prasugrel scritto da Michele Calabrese è online su Nurse Times.