Una donna residente a Loano, in Liguria, ha compiuto un gesto di grande solidarietà e generosità nei confronti della popolazione.

La signora, in maniera del tutto inattesa, si è presentata presso la sede della Croce Rossa locale per porre una domanda insolita:

“Scusate, quanto costa un’ambulanza?”

La persona ha poi iniziato a conversare con i volontari raccontando di essere rimasta colpita dalle numerose notizie a danno delle pubbliche assistenze, spesso vittime di furti, danneggiamenti e veri e propri atti vandalici contro i mezzi di soccorso rivolti alla popolazione.

Ha poi voluto esprimere la proposta solidarietà nei confronti dei volontari, citando l’episodio di insulti a un volontario di origini africane accusato durante una sagra di ‘sporcare’ la divisa (della Cri) che stava indossando per prestare assistenza alle persone. 

A quel punto “Si è informata su quanto fosse stato raccolto fino a oggi per l’acquisto di un nuovo mezzo di primo soccorso, poi è uscita ed è andata in banca a vedere quanto potesse donare, lasciando la squadra in servizio un po’ sgomenta”, spiega la vicepresidente Sara Canepa.

“A nome del presidente Carlo Tironi, di tutto il consiglio direttivo, dei dipendenti, dei volontari e della intera associazione, i più grandi e sentiti ringraziamenti alla signora Derio per il suo bellissimo gesto. Cogliamo l’occasione per ringraziare anche tutti coloro che hanno contribuito donando sul conto dedicato all’acquisto di una nuova ambulanza”, conclude Sara Canepa.

Simone GussoniL’articolo “Scusate, quanto costa un’ambulanza?” Sconosciuta di Loano dona assegno da 50.000 euro alla CRI scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.