Uno studio condotto dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT) e appena pubblicato sull’European Journal of Cancer cambierà lo stato dell’arte sulla chemioterapia adiuvante nei sarcomi dei tessuti molli, nel caso di pazienti con patologia nelle fasce di rischio più alte. Ad oggi, l’efficacia della chemioterapia nei pazienti con sarcomi localizzati e candidati ad intervento chirurgico è ancora in discussione, probabilmente perché gli studi non sono stati in grado di selezionare la giusta popolazione da trattare. I sarcomi dei tessuti molli sono un gruppo di tumori rari che colpiscono ogni anno circa 5 persone ogni 100.000, con un numero di pazienti che in Italia si aggira intorno a 3.500.