I lavoratori hanno manifestato davanti alla Presidenza della Regione, rivendicando anche le premialità Covid, non ancora ricevute.

Sono 25mila i lavoratori della sanità privata pugliese che attendono l’applicazione del nuovo Contratto nazionale, sottoscritto a ottobre dello scorso anno ma non ancora applicato in Puglia. Quella del Contratto è solo una delle questioni alla base della mobilitazione organizzata da Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpi dinanzi alla sede della Presidenza della Regione, sul lungomare di Bari.

Con un grosso striscione si è protestato per gli “Eroi a metà. Da 14 anni senza contratto. Vergogna”, con sei volti coperti per metà da mascherine. “I lavoratori della sanità privata di Puglia – dicono i sindacati -, malgrado abbiano contribuito in maniera determinante ad affrontare il periodo pandemico e pazientemente aspettato che la Regione Puglia, così come nel resto del Paese, onorasse i propri impegni economici frutto dell’accordo Stato-Regioni, che ha determinato la sottoscrizione del Ccnl di categoria fermo da oltre dieci anni, assistono al classico gioco al rimbalzo di responsabilità tra associazioni datoriali e Regione Puglia”.

Inoltre c’è la questione delle premialità Covid, che ai lavoratori della sanità privata non sono state ancora riconosciute.

Redazione Nurse Times

Malaria, come sopprimere le zanzare che la trasmettono: lo studio del team guidato da Crisanti
Le Asl dichiarano guerra agli infermieri NoVax: sarà inasprimento del demansionamento per loro
Collocazione degli oss in ambito sanitario: i dubbi di una caregiver
Accosta il Green Pass alla tessera sanitaria voluta da Hitler: infermiere no vax nella bufera
Test d’ingresso a Medicina: l’importanza delle simulazioni
L’articolo Sanità privata Puglia, in 25mila senza contratto: la protesta a Bari scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.