Si è tenuto oggi, presso l’Aran, il primo incontro nel merito, che segna di fatto l’avvio del tavolo di trattativa del nuovo contratto comparto sanità 2018/2021.

La prima bozza, arrivata ai rappresentanti dei sindacati convocati, riguarda la “manutenzione” del contratto e va a rivedere alcuni articoli quali il sistema delle relazioni sindacali, la costituzione del rapporto di lavoro, l’orario di lavoro e il riposo settimanale, ferie, permessi, assenze e congedi.Andrea Bottega, segretario nazionale Nursind, ha ribadito, durante il proprio intervento, come sia urgente dare ai lavoratori un contratto si completo ma ben scritto ponendo la questione della tempistica dei lavori.

Temi quali la revisione dell’ordinamento professione, la definizione della parte economica, e la regolamentazione del lavoro agile richiedono particolare attenzione e riflessione per evitare gli errori del passato.Nel merito dei punti sottoposti all’attenzione dei sindacati di particolare rilievo è la proposta da parte datoriale di modifica del riposo settimanale specificando che il riconoscimento del festivo infrasettimanale come scritto è solo per il personale NON turnista.

Da parte nostra abbiamo espresso una decisa contrarietà alla modifica che andrebbe a vanificare il diritto riconosciuto recentemente dalla Cassazione e a penalizzare ulteriormente i lavoratori turnisti già particolarmente disagiati ed esclusi da diversi istituti contrattuali.Il prossimo incontro è stato fissato per il 21 settembre con ulteriori articolati da analizzare.

Fonte: Nursind
L’articolo Rinnovo contratto infermieri: festivi infrasettimanali riconosciuti solo ai non turnisti scritto da Dott. Simone Gussoni è online su Nurse Times.