Somministrato il vaccino di Pfizer invece dell’Astrazeneca come seconda dose. È successo nell’hub vaccinale di Moscarella, a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli. Il direttore sanitario dell’Asl Napoli 3 Sud ha comunicato che per la signora vaccinata, una professoressa del Napoletano, è stata attivata la farmacovigilanza e che per ora sta bene. Quando hanno comunicato l’innavertito scambio alla signora, questa avrebbe perso la calma temendo per la propria salute. Per riportare la situazione sotto controllo è stato necessario l’intervento dei carabinieri.

La donna, spiega N. Falco su fanpage.it, aveva già ricevuto la prima dose, era stata vaccinata con Astrazeneca e avrebbe dovuto oggi avere la seconda dose, con lo stesso tipo di vaccino. Per motivi non chiari, però, i sanitari le hanno somministrato come richiamo una dose di Pfizer e si sono accorti dello scambio soltanto quando era ormai troppo tardi. I carabinieri hanno identificato le persone coinvolte nell’errore.

Le poche evidenze di casi simili registrati in altre parti del mondo, ha spiegato il direttore sanitario, non hanno portato a effetti nocivi nella persona che ha ricevuto come seconda dose un vaccino diverso da quello della prima. Sotto il profilo sierologico, infatti, è la prima dose a creare immunità mentre la seconda funge da richiamo.

Sassari: ambulanza del 118 data alle fiamme mentre i sanitari soccorrono ferito
On. Mammì (M5S): bene vaccinazioni a domicilio per fragili, male farlo a 6 euro. Basta sfruttare la categoria!
Ritrovare un abbraccio, grazie al vaccino
Ok del Senato al Ddl defibrillatori. IRC: “Legge fondamentale per salvare più vite”
Somministrazione vaccini anticovid in Puglia, accordo pronto: 50 euro per infermieri e assistenti sanitari, 80 per i medici

L’articolo Riceve seconda dose del vaccino sabagliato: caos nell’hub scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.