Si tratta di una rara infezione batterica da streptococco, denominata iGAS. Si trasmette anche col semplice contatto di pelle.
È allarme sanitario nel Regno Unito, dove una rara infezione batterica da streptococco ha già ucciso 12 persone. La malattia è stata individuata come streptococco invasivo di gruppo A (iGAS) e sono almeno 32 i casi di contagio accertati, al momento tutti nell’Essex.
I batteri, che possono annidarsi nella gola e sulla pelle, sono caratterizzati da elevata resistenza: riescono a vivere abbastanza a lungo da diffondersi tra le persone attraverso starnuti o baci, ma anche col semplice contatto di pelle. E così i medici hanno messo in allerta tutti coloro che presentano determinati sintomi (mal di gola, ingrossamento dei linfonodi nel collo, tonsille dilatate, eruzioni cutanee, raccolte di pus sulle tonsille, minuscole chiazze rosse sul palato, mal di testa, dolori addominali), invitandoli a chiedere aiuto.
Inoltre il Sistema sanitario britannico ha diramato un avviso di“alto rischio” di ulteriori morti a seguito “dell’epidemia in corso”. Il consiglio, qualora si ritenga di presentare uno dei sintomi di cui sopra, è di avvisare subito il medico di famiglia, che può effettuare un prelievo di sangue o tamponare l’area infetta per accertare se si è in presenza di un’infezione iGAS.
Redazione Nurse Times
Fonte: www.ilfattoquotidiano.it
 
L’articolo Regno Unito, è allarme batterio killer: 32 casi di contagio accertati e 12 morti scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.