L’intesa, attiva in via sperimentale, prevede che gli infermieri possano rilasciare il consenso alla trattenuta in busta paga. Sarà poi l’Azienda a girare la somma all’Ordine.

Un
accordo per consentire agli infermieri di delegare
al datore di lavoro il pagamento diretto della quota annuale dovuta all’Opi.
L’intesa, attiva in via sperimentale, è stata sottoscritta dall’Ordine delle
professioni infermieristiche interprovinciale di Firenze-Pistoia e dall’Azienda
Usl Toscana Centro. Obiettivo: la gestione della corretta e regolare
iscrizione all’Albo delle professioni infermieristiche del personale dipendente
all’Azienda. Ciò consentirà agli infermieri di aderire all’accordo su base
volontaria, acconsentendo al pagamento diretto della quota annuale dovuta
all’Opi da parte del proprio datore di lavoro.

L’intesa
nasce sulla base di due premesse: l’iscrizione all’Albo delle professioni
infermieristiche è condizione necessaria per poter svolgere la professione di infermiere
e infermiere pediatrico, e l’Opi è tenuto alla verifica del possesso dei titoli
abilitanti all’esercizio professionale; l’Azienda Usl Toscana Centro ha alle
proprie dipendenze infermieri e infermieri pediatrici che devono essere
regolarmente iscritti all’Albo per garantire
la corretta erogazione del servizio nel rispetto della legge. È quindi
interesse di entrambi garantire che il personale sanitario che svolge
professioni infermieristiche all’interno dell’Azienda sia in regola con
l’iscrizione, compreso il pagamento della quota di iscrizione annuale.

In
pratica, l’Azienda Usl Toscana Centro proporrà al proprio personale esercente
una professione infermieristica l’adesione facoltativa al programma, che
comporterà il rilascio da parte degli stessi del consenso a effettuare
una trattenuta in busta paga,
pari al valore della quota annuale d’iscrizione all’Opi,che
vada a coprire il costo dell’iscrizione annuale all’Albo di appartenenza. Quota
che sarà girata dall’Azienda all’Opi, costituendo così, di per sé, pagamento della
quota d’iscrizione all’albo.

L’accordo
consentirà quindi all’Azienda di avere la certezza della corretta e regolare iscrizione del proprio
personale, e quindi che quest’ultimo possa esercitare legittimamente la
professione. Inoltre permetterà all’Opi di monitorare, per i dipendenti
infermieri in servizio presso l’Azienda, la regolare iscrizione all’Albo e, nel
contempo, regolarizzare i versamenti delle quote annuali di iscrizione.

Redazione Nurse Times

L’articolo Quota di iscrizione all’Albo: accordo tra Opi Firenze-Pistoia e Ausl Toscana Centro scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.