L’assessore alla Sanità e il direttore del Dipartimento Promozione della salute, Vito Montanaro, hanno inviato una circolare ad Asl e ospedali.

Straordinari e prestazioni aggiuntive per potenziare i pronto soccorso della Puglia. E’ quanto chiedono, in una circolare inviata alle Asl e agli ospedali, l’assessore regionale alla Sanità, Rocco Palese (foto), e il direttore del Dipartimento Promozione della salute, Vito Montanaro, “per garantire massima sicurezza sanitaria e un’assistenza di qualità su tutto il territorio regionale”.

“Nella circolare – spiega Palese – si dispone che i direttori generali debbano impartire ordini di servizio per la copertura dei turni in pronto soccorso. Inoltre, qualora le misure ordinarie non dovessero risultare sufficienti, si dovrà procedere mettendo in atto tutti gli strumenti contrattuali previsti dalla normativa vigente in materia, con particolare riferimento a straordinario o prestazioni aggiuntive”.

Aggiunge l’assessore: “Quello della carenza di personale medico e del divario storico con altre regioni del Nord nel rapporto tra numero di operatori sanitari e abitanti sono temi di fondo sui quali la Regione Puglia è da sempre molto attenta. Da parte nostra ci sarà comunque il sostegno necessario, soprattutto di natura economica, per continuare ad affrontare al meglio tutte le esigenze della sanità. Un sostegno che risulterà strategico anche per la fase post-pandemia”.

Redazione Nurse Times

Grosseto, frattura al braccio per una dottoressa del 118 aggredita: la solidarietà di Opi e Omceo
Puglia, Palese: “Straordinari e prestazioni aggiuntive per potenziare i pronto soccorso”
Precari emergenza Covid, Ugl Sicilia accoglie con soddisfazione la proroga di 9mila contratti
Infermieri ucraini in Italia, Fnopi favorevole: “Assistenza e prossimità non hanno confini”
Vitamina B12 (o Cobalamina) e Vitamina B9: alimentazione, fabbisogno giornaliero e gravidanza
L’articolo Puglia, Palese: “Straordinari e prestazioni aggiuntive per potenziare i pronto soccorso” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.