Puglia, approvata, a maggioranza e con emendamenti, la proposta di legge sulle “Misure per la riduzione delle liste d’attesa in sanità”, a firma di Fabiano Amati, Ruggiero Mennea, Napoleone Cera, Mario Conca, Enzo Colonna
Dopo un lungo e aspro dibattito, si è deciso di prevedere preliminarmente all’art. 1 la previsione del recepimento, da parte della Regione, della recente Intesa Stato-Regioni sul piano nazionale delle liste d’attesa.
All’’art. 3 si prevede la sospensione dell’attività libero professionale nelle aziende sanitarie in caso di un disallineamento superiore a 5 giorni nell’erogazione delle prestazioni in regime istituzionale rispetto a quelle in regime Alpi.
In virtù di due emendamenti presentati, si è previsto che entro due mesi le Asl dovranno provvedere all’adozione del piano attuativo aziendale, con la previsione delle misure da adottare in caso di superamento dei tempi massimi stabiliti.
Ogni due mesi i direttori generali dovranno pubblicare sul sito internet aziendale i dati relativi al monitoraggio, sia con riferimento all’attività istituzionale che all’Alpi che saranno monitorati dalla Giunta regionale.
La prenotazione delle prestazioni, incluse quelle specialistiche (ad eccezione di quelle di medicina di laboratorio), potrà avere luogo solo attraverso il Cup. Gli inadempienti saranno soggetti a procedimento disciplinare, con il mancato riconoscimento per l’Alpi delle remunerazione prevista per l’attività libero professionale.
Altro punto centrale delle legge è la nomina da parte dei direttori generali delle Asl del responsabile unico aziendale sulle liste d’attesa (Rula), che dovrà essere scelto tra il personale in servizio con qualifica dirigenziale ed esperienza pregressa.
Nel caso del mancato raggiugimento degli obiettivi non avrà luogo la retribuzione (parziale o totale) della retribuzione di risultato. Previsto anche l’avvio del procedimento di decadenza del Direttore generale dell’azienda interessata.
Entro due mesi dall’entrata in vigore della legge, infine, le aziende sanitarie dovranno rideterminare le dotazioni organiche in funzione dell’aumento dell’efficienza e della migliore utilizzazione delle risorse umane, tenendo conto anche della necessità di abbattere le liste d’attesa.
Redazione NurseTimes
L’articolo Puglia: approvata la proposta di legge sulla riduzione delle liste d’attesa scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.