Il dipendente, invalido civile e portatore di handicap, era impiegato in sole mansioni amministrative. Ora è stato reintegrato.

La sezione Lavoro del Tribunale di Ivrea ha dichiarato illegittimo il provvedimento di sospensione emanato dall’Asl Torino 3 ai danni di un dipendente per inottemperanza all’obbligo vaccinale anti-Covid. Si tratta di un oss impiegato in sole mansioni amministrative, invalido civile e portatore di handicap.

“Mancando il rischio specifico che la norma mira a neutralizzare – si legge nella sentenza – è inconfigurabile un obbligo di vaccinarsi a carico del lavoratore, in quanto non svolge le sue mansioni in strutture dedicate all’assistenza e al ricovero dei pazienti e, conseguentemente, non risulta giustificata la sua sospensione dal servizio”.

L’operatore socio-sanitario è dunque tornato in servizio, mentra l’Asl è stata condannata a riconoscergli quanto avrebbe percepito nel periodo in cui lo stesso è risultato sospeso, oltre che al pagamento delle spese legali.

Redazione Nurse Times

Coronavirus, nuova terapia consente di recuperare olfatto, gusto e memoria
“Provvedimento ingiustificato”: Tribunale di Ivrea dà ragione a oss sospeso da Asl To3 per non essersi vaccinato contro il Covid
Taranto, medico investito e picchiato brutalmente nel parcheggio dell’ospedale Moscati
A Grosseto nasce l’infermiere paramedico in farmacia che cura l’igiene e pulizia a domicilio
Mestruazioni, si può fare sport durante il ciclo?
L’articolo “Provvedimento ingiustificato”: Tribunale di Ivrea dà ragione a oss sospeso da Asl To3 per non essersi vaccinato contro il Covid scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.