Ben nove i prodotti finiti sotto la lente d’ingrandimento del ministro negli ultimi giorni.
Tra ieri e oggi il ministero della Saluteha notificato il ritiro dal mercato italiano di cinque colori per tatuaggi contenenti sostanze cancerogene. Richiamo e divieto di vendita riguardano i pigmenti Hot Pink (prodotto da Eternal), Black Mamba (Black), Green Beret, Sailor Jerry Red e Dubai Gold (tutti della ditta World Famous Tattoo). I provvedimenti sono stati adottati dopo che le analisi a campione hanno evidenziato la presenza di sostanze chimiche a rischio cancro, come si evince dai relativi avvisi di sicurezza, pubblicati sul sito del dicastero.
Nei giorni precedenti (21 e 22 marzo) erano stati diramati altri quattro allarmi consumatori, sempre relativi a pigmenti per tatuaggi: Blue Iris (prodotto da World Famous Tattoo), Lining Red Light, Lining Green e Banana Cream (tutti della ditta Intenze). Il primo non è stato ammesso all’importazione sul territorio nazionale per rischio chimico-allergogeno. Per gli altri tre è scattato il divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo per rischio chimico-cancerogeno.
Redazione Nurse Times
 
L’articolo Pigmenti per tatuaggi a rischio: scatta l’allarme consumatori scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.