Il segretario regionale Nursing: “Compenso scenderà da 50 a 30 euro lordi per i primi e da 80 a 60 per i secondi”.

“Si comunica che l’attività effettuata per quale è stata prevista una remunerazione di 80 euro per la dirigenza medica e 50 per il personale infermieristico relativa alle prestazioni aggiuntive ha esaurito il finanziamento”. Questa lacomunicazione che sta arrivando al personale di tutte le Asl piemontesi impegnato nelle vaccinazioni anti-Covid.

“Sono finiti i fondi destinati al pagamento delle prestazioni aggiuntive agli infermieri che hanno aderito in modo volontario al di fuori dell’orario di lavoro, alla somministrazione dei vaccini – conferma Francesco Coppolella, segretario di Nursind Piemonte –. Finiti i fondi, non potranno che essere pagati 30 euro l’ora, anziché 50, mentre i medici scenderanno da 80 a 60, ovviamente sempre lordi. Una delle prime comunicazioni è partita dalla direzione generale dell’Asl To 3, ma è una situazione comune a molte aziende”.

Il sindacalista non nasconde la preoccupazione per questo ridimensionamento economico, anche perché “pare che saranno intaccati i fondi destinati ai tetti di spesa per il personale, riducendo ulteriormente la forza economica per dare luogo al potenziamento di professionisti sanitari che servono al Piemonte”.

Redazione Nurse Times

L’articolo Piemonte, finiti i fondi per gli extra a infermieri e medici vaccinatori scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.