L’idea di aumentare di peso può spaventare diverse donne all’inizio della gravidanza

Sono molte poi le donne che hanno il timore di non riuscire a tornare in forma dopo il parto.

Se da un lato l’aumento di peso corporeo in gravidanza è naturale, dall’altro bisogna ricordarsi che uno stile di vita sano è fondamentale per affrontare una gravidanza serena per sé e per il bambino e per riacquistare la propria forma fisica dopo il parto.

Ma di quanti chili si dovrebbe aumentare?

Ovviamente non esistono regole fisse valide per tutte le donne.

Sono molti, infatti i fattori che incidono sul numero di Kg:

il peso prima di rimanere incinta,l’indice di massa corporea,lo stato di salute della madrela conformazione del bambino.In generale, l’aumento di peso consigliato è tra gli 8 e i 12 kg. Una gravidanza gemellare porterà naturalmente un aumento di peso ulteriore.

Il rischio del sovrappeso e del sottopeso

Tuttavia, affrontare la gravidanza in sovrappeso non è una condizione da sottovalutare, in quanto vede l’aumento del rischio di complicazioni, come diabete gestazionale e pressione alta.

Similmente, anche le donne in forte sottopeso devono stare attente e guadagnare i chili necessari a consentire al proprio bimbo di crescere sano.

Dove vanno i chili in più?

Possiamo dire che, generalmente, i chili in più in gravidanza si distribuiscono così:

il bambino peserà a fine gravidanza intorno ai 3 kgl’aumento del seno (circa un kg)l’ingrossamento dell’utero (circa un kg)la placenta (quasi un chilogrammo), così come il liquido amnioticoaumento del volume sanguigno (da 1,4 a 1,8 kg),l’aumento di volume dei liquidi corporei (da 1,4 a 1,8 kg)le riserve di grasso (da 2,7 a 3,6 kg).Nel primo trimestre la maggior parte delle donne non ha bisogno di aumentare di peso.

Se il peso all’inizio della gravidanza è nella norma, in genere si prendono un paio di chili.

Uno stile di vita sano, a prescindere dalla gravidanza, include un peso corporeo nella norma: questo è certamente il punto di partenza ideale per una gravidanza.

L’aumento di peso è più significativo dal secondo trimestre: in genere si aumenta di circa un chilo e mezzo al mese, fino al parto.

In ogni caso, è bene confrontarsi con il ginecologo e seguire le sue indicazioni circa l’alimentazione e l’attività fisica, così da vivere la gravidanza in serenità e salute.

Redazione Nurse Times

Piemonte, ecco le linee di indirizzo per l’infermiere di famiglia e comunità
Milano, rubava Fentanyl al Niguarda: infermiera indagata e sospesa
Peso in gravidanza: di quanti chili si dovrebbe aumentare?
Extrasistole: è controindicato fare sport?
Concorsi truccati alla Asl Latina: favoritismi per parenti e amici. Arrestato segretario provinciale Pd
L’articolo Peso in gravidanza: di quanti chili si dovrebbe aumentare? scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.