Nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI) sottoposti a intervento coronarico percutaneo primario (pPCI), ticagrelor – rispetto a clopidogrel – migliora la perfusione del miocardio e la frazione di eiezione ventricolare sinistra, oltre a ridurre l’incidenza di eventi avversi cardiaci maggiori (MACE) senza aumento significativo di sanguinamento maggiore. È la conclusione di uno studio pubblicato online su “Coronary Artery Disease”.