Uno studio pubblicato nella rivista medica “Medical Journal Australia” rileva che il paracetamolo è inefficace per la maggior parte delle condizioni di dolore.

Li prendiamo per alleviare il dolore, ma cos’è esattamente Panadol e alcune affermazioni sul sollievo dal dolore sono davvero vere? I farmaci a base di paracetamolo non sono più efficaci di un placebo per le malattie o le lesioni più comuni, ha rivelato una revisione medica del farmaco. L’uso più inefficace del paracetamolo è quando viene assunto per il mal di schiena acuto, hanno concluso i ricercatori dell’Università di Sydney in una revisione per il Medical Journal of Australia.

I ricercatori hanno condotto revisioni sistematiche che confrontavano le prove degli effetti analgesici del paracetamolo con il placebo (soluzione salina o acqua sterile) nel trattamento di quasi 50 comuni condizioni di dolore. È stato scoperto che solo l’artrosi del ginocchio e dell’anca, la craniotomia, la cefalea tensiva e il dolore perineale dopo il parto erano ricettivi al farmaco. “Sebbene il paracetamolo sia ampiamente utilizzato, la sua efficacia nell’alleviare il dolore è stata stabilita solo per una manciata di condizioni e i suoi benefici sono spesso modesti”, ha rilevato la revisione. “L’evidenza di qualità alta o moderata che il paracetamolo (tipicamente 0,5-1 g, dosi singole o multiple) è superiore al placebo per alleviare il dolore era disponibile solo per quattro delle 44 condizioni dolorose esaminate”.Il paracetamolo è l’antidolorifico più comunemente usato in Australia. Ma non ci sono prove sufficienti per supportare la capacità del paracetamolo di alleviare il dolore associato a emicrania, dolore post-operatorio, procedure dentali, infezioni dell’orecchio medio infantile, mal di schiena, dolore addominale e comuni mal di testa legati al raffreddore.

“Per la maggior parte delle condizioni di dolore semplicemente non abbiamo prove definitive per sapere se funziona o meno“, ha detto a NCA NewsWire l’autore principale della recensione, la dott.ssa Christina Abdel Shaheed.

“Per il mal di testa da tensione sappiamo che funziona meglio del placebo, ma per la maggior parte delle altre condizioni semplicemente ci mancano le prove per poter fare affermazioni forti o definitive sull’efficacia del paracetamolo“. “Questa revisione MJA per la prima volta raccoglie tutte le prove sull’efficacia del paracetamolo per trattare il dolore insieme in un unico documento”, ha detto il dottor Abdel Shaheed. Anche la commercializzazione dei farmaci a base di paracetamolo doveva cambiare, raccomanda la revisione.

“Le linee guida per il dolore alla schiena dovrebbero smettere di raccomandare il paracetamolo”, ha detto il dottor Abdel Shaheed. “Circa il 50% delle linee guida per il mal di schiena consiglia ancora il paracetamolo, anche se ora sappiamo che è inefficace per il mal di schiena. “La nostra revisione evidenzia la necessità di studi ampi e di alta qualità per ridurre l’incertezza sull’efficacia del paracetamolo per alleviare le comuni condizioni di dolore. ”

La revisione MJA,  è un duro colpo per il paracetamolo, che nel 2018 è diventato l’analgesico da banco più dominante a seguito della decisione di prescrivere solo farmaci per la codeina.

Opi Nuoro si astiene dalle votazioni per il rinnovo del Direttivo Nazionale dell’Ordine in segno di protesta
Lo Stato può obbligare alla vaccinazione
Il Governo dimentica gli psicologi?
Paracetamolo inefficace per la maggior parte delle condizioni di dolore: lo studio rivelazione
Veneto: concorso per infermieri con mansionario e che “cura l’igiene degli ospiti”
L’articolo Paracetamolo inefficace per la maggior parte delle condizioni di dolore: lo studio rivelazione scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.