Il sanitario, che ha contratto il virus in vacanza, è stato ricoverato all’ospedale Cervello.

E’ in gravi condizioni un infermiere non vaccinato e ricoverato all’ospedale Cervello di Palermo, dove lavora, per le conseguenze del coronavirus, contratto durante una recente vacanza a Cefalù. Al rientro nel capoluogo siciliano ha scoperto di essersi ammalato, e a casa le sue condizioni si sono progressivamente aggravate, tanto da rendere necessario il ricovero. Contagiato anche un medico, che però era vaccinato e ha avuto solo sintomi leggeri. Adesso sta bene.

La Sicilia, che da lunedì è tornata in zona gialla, ha fatto registrare negli ultimi giorni un incremento delle prime vaccinazioni (oltre 10mila). “Ma ancora non basta”, ha dichiarato l’assessore regionale della Salute, Ruggero Razza, invitando i cittadini a prenotarsi per il vaccino, “perché non possiamo pagare il prezzo altissimo di ospedali pieni e attività economiche a rischio”. Nei prossimi giorni sarà anche avviata una nuova campagna di informazione.

Redazione Nurse Times

Palermo, grave infermiere malato di Covid: non è vaccinato
Coronavirus, Draghi: “Si va verso obbligo vaccinale e terza dose”. Il parere degli esperti
Covid: il 30-40% dei pazienti accusa disturbi gastrointestinali a 5 mesi
Carenza di personale sanitario, “Formiamo e paghiamo meglio infermieri e medici”
Brindisi, respinto ricorso di due infermieri non vaccinati contro il Covid: sospensione confermata
L’articolo Palermo, grave infermiere malato di Covid: non è vaccinato scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.