Un’ambulanza priva di certificato assicurativo è stata sequestrata oggi presso l’Ospedale del Mare di Napoli.
All’arrivo della volante della Polizia nel piazzale del nosocomio, il mezzo di soccorso era in procinto di effettuare il trasporto di un paziente in dimissione dall’ospedale.
Sulla vicenda è intervenuto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e componente della commissione Sanità:
«Ripetutamente abbiamo denunciato la presenza di estranei e faccendieri all’interno degli ospedali napoletani. Vale a dire una pletora di personaggi e società private che a vario titolo, senza avere né requisiti né competenze, traffica all’interno dei nosocomi cittadini.

Ulteriore conferma arriva dall’episodio verificatosi all’interno del parcheggio dell’Ospedale del Mare, quando l’ambulanza di una società privata, in procinto di effettuare il trasporto di un paziente, è stata sequestrata dalla polizia stradale in seguito ad un controllo perché risultata sprovvista di assicurazione. Chi non ha i requisiti amministrativi e sanitari stia fuori dagli ospedali, bonificare i nosocomi dai cialtroni».
Per Guido Bourelly, amministratore delegato di Bourelly Health Service, «Non c’è regolamentazione, occorre un accreditamento all’Asl. Vale a dire creare un albo a cui si iscrivono tutte le società dimostrando di avere pienamente le carte in regola».
“ Vanno spazzati via gli abusivi, ha concluso Borrelli, non si può consentire l’esistenza  di un sottobosco di improvvisati che lucrano all’insegna della disonestà sulla pelle dei cittadini”.

Simone Gussoni
L’articolo Osp. del Mare: ambulanza priva di assicurazione sequestrata dalla Polizia scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.