Anche quest’anno l’Ordine degli infermieri organizza una campagna di prevenzione ed educazione sanitaria sulle spiagge.

Più sicurezza per residenti e turisti, maggiore formazione sanitaria. A questo scopo l’Ordine degli infermieri (Opi) di Reggio Calabria ha elaborato e finanziato anche per il 2019 il progetto “Estate sicura”. In occasione di due domeniche estive, il 21 luglio (dalle 10 alle 12, al lido Paralia 3 di Melito Porto Salvo) e il 5 agosto (dalle 10 alle 12, sulla spiaggia di Marina Grande, a Scilla), gli infermieri professionali dell’Opi saranno a disposizione dei bagnanti nel contesto di una specifica campagna di prevenzione ed educazione sanitaria, convinti che l’educazione alla rianimazione e alla conoscenza delle manovre salvavita nei luoghi e nei periodi di vacanza rappresentino un’implementazione significativa delle buone pratiche di rianimazione, attraverso format didattici semplificati che, anche ad altre latitudini, hanno costantemente dimostrato le quote di consapevolezza davanti a repentine criticità sanitarie. Sempre ad agosto, l’evento sarà replicato a Gambarie d’Aspromonte.

Va peraltro posto in evidenza
che trovarsi in luoghi di vacanza per godere del meritato relax ci fa spesso abbassare
le difese rispetto a fattori di rischio che, invece, non vanno affatto
sottovalutati. In più, a fronte di carichi di lavoro già stressanti per gli
operatori della Sanità e spesso del tutto sovrabbondanti rispetto agli standard
sostenibili dalle strutture ospedaliere e territoriali, nelle nostre località
balneari e montane più “gettonate” la popolazione aumenta in modo
esponenziale d’estate per via dei flussi turistici, raggiungendo spesso il
doppio o il triplo del normale numero di residenti. D’altra parte, tante
notizie di cronaca ci hanno ormai abituato a sentire e leggere di imprevisti o
di eventi traumatici inattesi, che possono portare a conseguenze gravissime o
anche al decesso.

Anche per queste ragioni, nel
contesto del progetto “Estate sicura”, gli infermieri dell’Opi terranno iniziative formative sulle spiagge e dentro
gli stabilimenti balneari, a titolo del tutto gratuito per chi vorrà
fruirne, apprendendo importanti nozioni di primo soccorso “base”, con
esercitazioni pratiche su manichini circa le manovre anti-soffocamento e disotruttive
adatte a tutte le età (da quella pediatrica all’età adulta) e circa le pratiche
per la rianimazione cardio-polmonare, e ottenendo informazioni potenzialmente decisive
rispetto a una serie di accidenti tipici del mood vacanziero, dei luoghi di
villeggiature e delle elevate temperature estive, con riferimento a morsi di
api, vespe o altri insetti, ovvero a opera di meduse o altri animali marini,
irritazioni di vario tipo, piccole ustioni, “colpi di sole ” e
“colpi di calore “.

Tutti i cittadini presenti nei luoghi in
cui si svolgeranno gli appuntamenti di formazione sanitaria sono invitati a
partecipare. Gli infermieri che animeranno le iniziative 2019 di “Estate sicura”
(infermieri iscritti all’Ordine delle professioni infermieristiche di Reggio
Calabria, riconosciuti istruttori nazionali e afferenti alle società
scientifiche Simeup e Siatip) saranno a disposizione dei bagnanti per
rispondere ai loro quesiti e a ogni tipo di dubbio.

Redazione Nurse Times

L’articolo Opi Reggio Calabria, al via il progetto “Estate sicura” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.