Il presidente Luca Fialdini esprime solidarietà alla 23enne e chiede di aumentare il livello di sicurezza della campagna vaccinale

“Il nostro ente, con più di 1.900 infermieri e infermieri pediatrici iscritti all’Albo, si stringe attorno alla giovane e alla sua famiglia, ed è vicino agli operatori coinvolti, anch’essi sicuramente provati dall’errore”. Così Luca Fialdini (foto), presidente di Opi Massa Carrara, interviene sulla vicenda che ha visto coinvolta una 23enne alla quale è stata somministrata erroneamente un’intera fiala di vaccino Pfizer, contenente circa quattro dosi di principio attivo.

Secondo Fialdini, considerate la mole di lavoro che gli operatori sanitari sostengono da un anno a questa parte e la conseguente stanchezza psicofisica, è necessario aumentare il livello di sicurezza della campagna vaccinale: “E’ fondamentale garantire la turnazione del personale, intercettare gli errori latenti legati alla somministrazione di farmaci e prevedere il doppio controllo prima dell’esecuzione della procedura. Purtroppo l’errore è umano, come ben descritto nella gestione del rischio clinico, anche per professionisti attenti e preparati”.

Redazione Nurse Times

L’articolo Opi Massa Carrara sul caso delle 4 dosi di Pfizer somministrate a una ragazza: “Errare è umano. Va garantita la turnazione” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.