Il ministero della Salute ha lanciato l’applicazione “Caldo e salute”, oltre a estendere l’attività del servizio telefonico.
In questi giorni il territorio nazionale è interessato da condizioni di alta pressione che determinano temperature elevate e ovunque decisamente superiori alla media del periodo. L’innalzamento delle temperature al di sopra della media stagionale può rappresentare un rischio per la salute della popolazione più vulnerabile – anziani di età superiore a 75 anni, malati cronici, bambini piccoli (0-4 anni), donne in gravidanza e lavoratori all’aperto (agricoltori, edili, asfaltatori, addetti alla pesca, ecc). Lo scorso 28 giugno il Sistema nazionale di allerta del ministero della Salute ha segnalato situazioni di emergenza per ondata di calore (bollino rosso) in 16 città, con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive, e non solo sui sottogruppi a rischio.
In relazione a tale evidenza il ministero, con la circolare 25 giugno 2019 ha invitato le autorità competenti ad adottare ogni opportuna iniziativa, utile a prevenire e fronteggiare gli effetti sulla salute delle ondate di calore e, in particolare, ad attivare tempestivamente i protocolli operativi locali di emergenza, redatti sulla base delle linee di indirizzo ministeriali disponibili al link www.salute.gov.it/caldo, intensificando la sorveglianza e l’assistenza alle persone più fragili (persone anziane, con patologie croniche, non autosufficienti o di basso livello socio-economico, socialmente isolate, ecc). In tal senso, un ruolo fondamentale è svolto, oltre che dai servizi sanitari delle Asl e dai servizi sociali dei Comuni, dai medici di medicina generale.
Sul sito www.salute.gov.it/caldo sono inoltre disponibili:
informazioni sui bollettini giornalieri del Sistema nazionale di previsione e allerta per ondate di calore;
iniziative locali, informazioni rivolte ai cittadini e agli operatori e documenti tecnici utili a migliorare le conoscenze sui rischi del caldo e sulle misure da adottare per prevenirli, nonché numeri verdi utili e servizi dedicati attivati sul territorio da Asl e Comuni nell’estate 2019;
raccomandazioni e materiale informativo, rivolto alla popolazione generale, ai medici di medicina generale, agli operatori sanitari di istituti di ricovero per anziani e alle badanti (in sei lingue), ai lavoratori outdoor, alle donne in gravidanza e per proteggere la salute dei bambini più piccoli.
Tutte le informazioni e la documentazione sono disponibili anche sulla app “Caldo e salute” (online per dispositivi Android su Play Google e per iOS su App Store), messa gratuitamente online dal ministero della Salute e dal Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario della Regione Lazio – Asl Roma 1. Attraverso una mappa e una sintesi grafica dei bollettini, di facile consultazione dai dispositivi portatili, tale applicazione indica i livelli di rischio per la salute in ogni città per i tre giorni per cui viene sviluppata la previsione delle ondate di calore. Inoltre contiene raccomandazioni per la prevenzione rivolte alla popolazione e ai sottogruppi a maggior rischio, nonché link per scaricare linee guida, brochure e materiale informativo, una mappa interattiva dei piani, dei servizi e dei numeri utili a livello locale. L’app fornisce la previsione di temperatura massima della giornata nelle maggiori città italiane, indica i livelli di pre-allerta, di rischio, soprattutto per anziani e bambini, e le ondate di calore. E ancora i bollettini specifici per città, le raccomandazioni per non esporsi al caldo, i servizi di prevenzione e il sistema di allarme caldo e salute.
L’attività di risposta telefonica del servizio 1500, poi, è stata estesa dal ministro della Salute, Giulia Grillo, alla tematica delle ondate di calore per consentire ai cittadini di ricevere informazioni su come affrontare il caldo e per fornire indicazioni utili sui servizi socio-sanitari presenti sul territorio nazionale.
Il servizio, attivo tutti giorni, compresi i festivi, dalle 10 alle 16, darà informazioni:
sui bollettini giornalieri del Sistema nazionale di previsione e allerta per le ondate di calore;
sulle misure da adottare per prevenire i rischi per la salute legati al caldo;
sui servizi dedicati attivati sul territorio da Asl e Comuni nell’estate 2019;
raccomandazioni per la popolazione, per i medici di medicina generale, per gli operatori sanitari di istituti di ricovero per anziani, per le badanti, per i lavoratori outdoor, per le donne in gravidanza e per proteggere la salute dei bambini più piccoli.
Redazione Nurse Times
Fonte: www.salute.gov.it
 
L’articolo Ondate di calore: un’app e il numero 1500 per aiutare i soggetti rischio scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.