“Ritengo sempre indispensabile, per i pazienti, che sia sempre garantita la presenza di un medico in caso di una qualche reazione avversa. Il farmacista non è in grado professionalmente di poter gestire una situazione di questo tipo” dice il presidente dell’Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, interpellato sul tema dei vaccini in farmacia dall’agenzia Dire.

“Il farmacista può vaccinare senza alcun problema– ha aggiunto Magi- ma deve esserci anche un medico disponibile, pronto ad intervenire nel caso si verifichi una situazione particolare o di emergenza, somministrando magari farmaci salvavita”.

“D’altronde, – continua Magi, – sono molti i farmacisti che la pensano come noi: anche loro vorrebbero avere la tranquillità di avere un medico in caso di una qualche reazione avversa”.

Omceo Roma: farmacisti da soli non possono gestire emergenze legate al vaccino
AstraZeneca: vaccino associato con lo sviluppo di disturbi trombotici
SSN APP: Evoluzione nella Sanità
Proteste sui vaccini in Lombardia: le opposizioni in Aula
Correzione delle cardiopatie congenite dei neonati prematuri: l’intervento al Niguarda
Fonte e foto: Agenzia DiRE
L’articolo Omceo Roma: farmacisti da soli non possono gestire emergenze legate al vaccino scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.