Una novità definita epocale riguarderà il settore dell’emergenza in Piemonte. Sarà da oggi possibile videochiamare il Numero Unico dell’Emergenza permettendo così al personale in centrale di poter vedere in diretta quanto accade alla persona bisognosa di aiuto.
Questa innovazione è stata presentata all’aeroporto Levaldigi dal direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza della Regione Piemonte, Mario Raviolo, in presenza dell’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Icardi.
UnnqIl progetto di trasmissione delle immagini delle realtà piemontesi rappresenta un’innovazione assoluta in Italia. Sarà la persona che richiede l’intervento dei soccorsi a poter attivare direttamente tale funzione, attivando la fotocamera dello smartphone ed inviando una diretta video dell’ambiente circostante.
Infermieri e medici in centrale potranno valutare con più precisione ogni singolo evento, garantendo interventi più corretti ed efficaci.
Siamo ad una svolta epocale: le centrali operative e i cittadini comunicheranno non solo più tramite fonia ma anche attraverso lo scambio di chat e di immagini con l’utilizzo della tecnologia di uso comune come gli smartphone – ha raccontato Mario Raviolo -.
Il servizio di emergenza 118 sarà così in grado di connettersi in tempo reale con il luogo dell’intervento o lo scenario incidentale per ottenere utilissime informazioni atte a ottimizzare i tempi e il tipo di risposta dei mezzi di soccorso territoriali o aerei”.
Simone Gussoni
L’articolo NUE 112: grazie alla videochiamata la centrale operativa potrà valutare il paziente a distanza prima di inviare i soccorsi scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.