Con l’anno accademico 2022/23 prende avvio un nuovo canale di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche (LMSIO) dell’Ateneo di Verona presso il Polo Universitario delle professioni sanitarie di Trento.

Un percorso post laurea triennale di 2 anni – 120 crediti formativi universitari – progettata con un orientamento alle cure primarie e di comunità: un passo verso il futuro, un percorso formativo che guarda e anticipa il futuro.

L’inizio del progetto auspicato da Fnopi di attivare Lauree magistrali ad indirizzo specialistico.

Il PNRR (2021) pone al centro  la ricostituzione e l’implementazione della medicina territoriale nel nostro Paese. Home Care, case di comunità, ospedali di comunità e servizi di coordinamento diventano assi su cui poggia la nuova medicina territoriale; obiettivi di presa in carico interprofessionale e trasversale tra ospedale e territorio. Gli infermieri e le Ostetriche hanno, nel corso del tempo, la loro centralità nei percorsi di cura e di presa in carico dei/delle pazienti.  L’attuale contesto italiano del Sistema salute, i cambiamenti sociali ed epidemiologici, richiedono che professionisti infermieri e ostetriche acquisiscano conoscenze e competenze sempre più elevate per rispondere in modo efficace sia all’emergere di nuovi bisogni di salute che alla complessità degli ambienti sanitari e sociosanitari.  In questo scenario si colloca la decisione questo nuovo corso a orientamento specialistico.

Il percorso prevede lo sviluppo di competenze clinico- assistenziali, di ricerca, formative e di management. Rispetto alle competenze clinico-assistenziali l’obiettivo del corso è formare professionisti sanitari in grado di svolgere attività d’eccellenza in ambito clinico e assistenziale con competenze di tipo preventivo, educativo, clinico, riabilitativo e palliativo. Il corso inoltre mira a sviluppare competenze per la gestione di problemi di salute complessi, per riconoscere e cercare di mobilitare risorse per la promozione della salute e del self-management delle malattie croniche, oltre a quelle per il governo di percorsi di presa in carico della persona, della famiglia e della comunità. Nel percorso formativo si approfondiranno i temi legati all’innovazione tecnologica al servizio dei pazienti e gli strumenti in grado di permette un contatto continuo di valutazione e gestione degli assistiti. Verranno sviluppate, inoltre, competenze di lettura e analisi dei contesti organizzativi territoriali, di leadership professionale e sviluppo nei team, di elaborazione di strumenti di integrazione organizzativa e di valutazione della qualità delle prestazioni.

I laureati magistrali in scienze infermieristiche e ostetriche a indirizzo cure primarie saranno strategici come leader e consulenti nei team, con elevata autonomia operativa e responsabilità.  Questi laureati potranno assumere incarichi di coordinamento e dirigenziali gestionali o di alta specializzazione all’interno di team e servizi.

Redazione Nurse Times

Fonte: FNOPI.IT

L’articolo Nasce la laurea magistrale in cure primarie. Gli infermieri diventano leader strategici con elevate responsabilità scritto da Dott. Simone Gussoni è online su Nurse Times.