Dieci bambini in cura presso l’ospedale Luigi Vanvitelli di Napoli hanno potuto riacquistare la vista grazie ad una innovativa terapia genica.

I bambini erano affetti da una rara malattia della retina, causata dalla mutazione del gene RPE65. ​La terapia ha permesso di sostituire il gene malato con quello sano, garantendo loro di ritornare a vedere.

Questo tipo di intervento, praticato negli Stati Uniti d’America al costo di circa 850.000 dollari, è stato eseguito gratuitamente in Italia grazie al Servizio Sanitario Nazionale.

La Clinica Oculistica dell’ospedale Luigi Vanvitelli di Napoli rappresenta il primo centro in Europa per numero di pazienti pediatrici con una forma di malattia ereditaria della retina trattati con terapia genica. È accreditato per la somministrazione della terapia genica oculare indicata per pazienti con distrofia retinica ereditaria causata da mutazioni bialliche del genre RPE65 e che abbiano sufficie ti cellule retiniche vitali.

La Clinica Oculistica del Policlinico Vanvitelli di Napoli è il primo centro in Europa certificato per la somministrazione della terapia genica oculare, indicata per pazienti con distrofia retinica ereditaria causata da mutazioni bialleliche del gene RPE65 e che abbiamo sufficienti cellule retiniche vitali.

​”I dieci pazienti trattati – ha dichiarato la dottoressa Francesca Simonelli, direttrice della Clinica Oculistica dell’ospedale Luigi Vanvitelli – oggi possono scrivere, leggere e muoversi in autonomia. L’emozione di vedere questi bambini che riescono alla sera a giocare a pallone riempie il cuore di gioia”.

Dott. Simone GussoniL’articolo Napoli: 10 bambini con retinopatia riacquistano la vista grazie a terapia genica oculare sperimentale scritto da Dott. Simone Gussoni è online su Nurse Times.