Un nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica Cell, ha scoperto che il vaccino Moderna è efficance contro la variante sudafricana del cornavirus. L’emergere di varianti SARS-CoV-2 con mutazioni nella proteina spike solleva preoccupazioni circa l’efficacia degli anticorpi indotti da infezioni o vaccini.

“Abbiamo confrontato il legame dell’anticorpo e la neutralizzazione del virus vivo dei sieri di individui vaccinati con infezione naturale e Moderna contro due varianti SARS-CoV-2, B.1 contenente la mutazione spike D614G e la variante emergente B.1.351 contenente ulteriori mutazioni e delezioni spike,” hanno scritto i ricercatori.

“I sieri di pazienti COVID-19 con infezione acuta e convalescenti hanno mostrato una riduzione di 3 volte dei titoli di anticorpi di legame al dominio di legame del recettore della variante B.1.351 della proteina spike e una riduzione di 3,5 volte dei titoli di anticorpi neutralizzanti contro SARS-CoV-2 Variante B.1.351 rispetto alla variante B.1. Risultati simili sono stati osservati con i sieri di individui vaccinati da Moderna. Nonostante i titoli anticorpali ridotti contro la variante B.1.351, i sieri di individui infetti e vaccinati contenenti anticorpi policlonali contro la proteina spike potrebbero comunque neutralizzare SARS-CoV-2 B.1.351, suggerendo che l’immunità umorale protettiva può essere mantenuta contro questa variante”.

On. Mammì (M5S): una mezza vittoria la sospensione del vincolo di esclusività. Gli infermieri meritano più rispetto
Carmine, infermiere “Allentamento del vincolo verità autentica o fumo negli occhi?”
“Gli infermieri che non si vaccinano contro il Covid-19 saranno ulteriormente demansionati”: al vaglio la proposta Novelli
Taranto, dimesso il finanziere ricoverato dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca
Allo Spallanzani si sperimenta il vaccino Sputnik V
L’articolo Moderna efficace contro variante sudafricana, lo studio scritto da Cristiana Toscano è online su Nurse Times.