Si preannuncia in grande stile il ritorno di GlaxoSmithKline in oncologia. Accanto al niraparib e all’anticorpo anti – PDL1 portati in dote da Tesaro, società acquisita di recente per 5 miliardi di dollari, anche la ricerca interna della multinazionale britannica sta dando i suoi frutti. L’azienda ha appena reso noti i dati finali dello studio DREAMM-1 condotto con GSK2857916, un farmaco in sviluppo per il mieloma multiplo che potrebbe essere il primo ad arrivare sul mercato avente come bersaglio il BCMA.