Una mancata precedenza in strada ha scatenato il finimondo nel Pronto Soccorso di San Benedetto del Tronto.

Gli attimi di nervosismo tra i giovani sarebbero iniziati lungo le vie cittadine, in un sabato sera come tanti. Forse a causa dei fumi dell’alcol, i due gruppetti a confronto avrebbero iniziato a litigare, per poi passare alle vie di fatto.

La rissa iniziata nelle trafficate vie del centro si è però conclusa nel corridoio del Dipartimento di Emergenza e Accettazione del nosocomio marchigiano.

A farne le spese sono stati anche cinque infermieri in turno, che hanno deciso di improvvisarsi pacieri cercando di riportare la calma tra i giovani.

Il risultato è stato però solamente quello di essere violentemente malmenati dai sei ragazzi, che si sono coalizzati contro i camici bianchi utilizzando addirittura le aste portaflebo come armi improprie.

Tutto ha avuto inizio per un diverbio in viale De Gasperi tra i due nuclei famigliari. Alla fine, ad avere la peggio sono stati gli operatori sanitari, che hanno riportato lesioni e fratture ossee con prognosi superiori ai 20 giorni.

Simone GussoniL’articolo Maxi rissa tra pazienti in PS: lesioni e fratture ossee per gli infermieri in servizio scritto da Simone Gussoni è online su Nurse Times.