Dichiarazioni a nostro avviso improvvide, quelle dell’ex pallavolista, oggi a capo del Dipartimento Sport della Lega e candidato alla Camera, che ha poi corretto il tiro per rispondere alle inevitabili critiche.

“Bisogna investire di più nello sport, togliendo magari qualcosa alla sanità”. Parola di Luigi Mastrangelo, ex capitano della nazionale azzurra di pallavolo e oggi a capo del Dipartimento Sport della Lega e candidato alla Camera, che ai microfoni di Radio Capital ha poi rincarato la dose: “Per lo sport viene stanziato sempre molto poco e per la sanità tantissimo”.

Dichiarazioni a nostro avviso infelici, soprattutto in considerazione delle drammatiche condizioni in cui versa la sanità italiana, aggravate da una pandemia che ancora non può dirsi sconfitta e che il nostro personale sanitario, peraltro ridotto all’osso, sta affrontando tra enormi difficoltà.

Dichiarazioni che non hanno mancato di generare reazioni sdegnate, anche in ambito politico. Come quella di Simona Malpezzi, presidente dei senatori Pd, che sul proprio profilo Facebook ha definito “sconcertante” la proposta leghista di effettuare “tagli alla sanità per finanziare sport”, aggiungendo: “Non ci sorprende, visto che Mastrangelo fa parte del partito responsabile del disastro in Lombardia, dove il governo di destra ha annullato la medicina territoriale, depauperando tutti i presidi sanitari. Un disastro sotto gli occhi di tutti”.

Rendendosi forse conto di aver commesso una gaffe, Mastrangelo ha in seguito corretto il tiro, attaccando a sua volta gli avversari politici: “Noto con amarezza che da sinistra, quelli che la vita concreta delle persone non sanno minimamente cosa sia, si sono già affannati a replicare alle mie parole. Intendo chiarire che la mia idea, e quella della Lega, si basa su un concetto fondamentale, cioè che un adeguato e calibrato investimento nello sport oggi produce anche un risparmio in sanità domani. Lo sport è benessere fisico, mentale, lo sport è vita. Questo è il messaggio che dobbiamo dare ai giovani, non le squallide polemiche da campagna elettorale”.

Non entriamo nel merito della polemica politica. Ci limitiamo a confermare che uno stile di vita più sano, basato anche sul maggiore ricorso all’esercizio fisico, è senz’altro importante per prevenire problemi di salute. Le esternazioni di Mastrangelo, però, restano quantomeno improvvide. Bene farebbe in futuro, l’ex “muro” azzurro, a calibrare meglio il peso delle proprie parole, specie quando affronta temi delicati come quelli legati alla sanità.

Redazione Nurse Times

Camposampiero (Padova), salto nel vuoto dall’ottavo piano dell’ospedale: morto operatore sanitario
La paziente sogna un caffè al bar e l’ambulanza fa una sosta “Che bel regalo”
Patologie alla tiroide tra gli infermieri di Ponte a Niccheri: i Cobas vogliono vederci chiaro
Mastrangelo shock: “Bisogna investire di più nello sport, togliendo magari qualcosa alla sanità”
Conviene ancora lavorare come infermiere in Italia?
 
L’articolo Mastrangelo shock: “Bisogna investire di più nello sport, togliendo magari qualcosa alla sanità” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.