I pazienti con malattia di Crohn hanno diverse preoccupazioni soprattutto quando la malattia è in fase moderatamente grave. E’ quanto evidenziato da uno studio multicentrico italiano, pubblicato su Digestive and Liver Disease, in cui gli autori sottolineano che le preoccupazioni maggiori per i pazienti sono l’aggravamento della malattia fino al ricorso alla stomia o alla chirurgia. Il trattamento farmacologico nel contempo migliora le attività quotidiane e quelle in ambito lavorativo.