A Londra la professionista dell’Asl Toscana Sud Est, specializzata in wound care, è stata premiata al British Journal of Nursing Awards 2022 e al Journal of Wound Care Awards.

Di recente Sara Sandroni, specializzata in wound care e responsabile della rete di professionisti sanitari infermieri che seguono da vicino l’ambito delle lesioni cutanee in capo all’Asl Toscana Sud Est, è stata premiata al British Journal of Nursing Awards 2022 e al Journal of Wound Care Awards, due prestigiosi eventi tenutisi a Londra. Nell’occasione ha ricevuto la medaglia d’argento come “infermiera specializzata in Wound Care dell’anno” e quella di bronzo nell’area “Wound Hygiene Implementation”.

“Una soddisfazione che mette in luce il mio impegno e la mia passione – dichiara la dottoressa Sandroni – attraverso lavoro, studio e ricerca degli ultimi 15 anni, testimonianza della capillare costruzione a livello professionale della Rete assistenziale lesioni cutanee, di cui oggi sono responsabile, che ogni giorno costruisce piani di assistenza a livello ospedaliero, ma soprattutto territoriale per i nostri cittadini portatori di lesioni cutanee. Il modello di prossimità dato dall’incremento delle competenze cliniche nelle tre Aree (Aretina, Senese e Grossetana), dall’implementazione del numero degli ambulatori specialistici infermieristici presenti e dallo sviluppo della consulenza infermieristica professionale ha consentito di garantire un’assunzione in cura di elevata qualità e unica nel nostro Paese, per cui siamo diventati oggi un modello riconosciuto e premiato più volte a livello internazionale dalle maggiori riviste e panel scientifici”.

“Questo doppio premio alla dottoressa Sara Sandroni per la rete delle esioni cutanee – afferma il direttore generale Antonio D’Urso – è la dimostrazione che in Italia ci sono professionalità che devono essere assolutamente sostenute e che non hanno nulla da invidiare ad altre realtà europee. Anche la Toscana e la nostra Azienda sono in grado di offrire opportunità di crescita professionale di alto profilo e di attivare progetti assistenziali all’avanguardia.”

“Condividiamo con orgoglio e gratitudine la notizia dell’importante riconoscimento internazionale per la dottoressa Sara Sandroni – commenta Vianella Agostinelli, direttrice del Dipartimento delle Professioni infermieristiche e ostetriche della Asl Toscana Sud Est –. Questi riconoscimenti internazionali sono frutto di studio e aggiornamento continuo, di esperienza nella pratica professionale, della ricerca delle migliori soluzioni per rispondere ai bisogni degli assistiti portatori di lesioni cutanee, ma anche di uno straordinario lavoro di squadra e di una rete di infermieri esperti, che portano la loro competenza nei setting territoriali che ospedalieri. Questo è il modello di infermieristica clinica che si inserisce in una pratica collaborativa interprofessionale (medici di medicina generale, specialisti clinici, fisioterapisti, eccetera), tipico della nostra Azienda, su cui continuare ad investire”.

Redazione Nurse Times

L’Ordine dei Medici di Venezia ha radiato Barbara Balanzoni
Le novità del nuovo CCNL per gli infermieri: modalità di attribuzione, requisiti e revoca degli incarichi
Coronavirus, salgono ancora le reinfezioni: resta l’isolamento per i positivi
Usa, negato il diritto all’aborto in molti Stati: e adesso che succede?
Lesioni cutanee: prestigiosi riconoscimenti per l’infermiera Sara Sandroni
L’articolo Lesioni cutanee: prestigiosi riconoscimenti per l’infermiera Sara Sandroni scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.