Secondo i recenti risultati dello studio di fase II Canadian Cancer Clinical Trials Group (CCTG) CO.26, presentati al Gastrointestinal Cancers Symposium (GCIS) del 2019, l’associazione tra durvalumab e tremelimumab è efficace nei pazienti con tumori del colonretto refrattari in fase avanzata, poiché aumenta la sopravvivenza globale (OS) di 2,5 mesi rispetto alla migliore terapia di supporto. Infatti, la OS mediana ha raggiunto i 6,6 mesi in confronto ai 4,1 mesi con la sola terapia di supporto, anche se la sopravvivenza libera da progressione (PFS) non ha mostrato differenze significative tra i due gruppi (1,8 mesi verso 1,9 mesi).